In arrivo 105 euro da aggiungere all’assegno unico per i figli | Si potranno avere anche gli arretrati

Tramite una domanda si possono avere dei vantaggi economici per le famiglie con figli. Vediamo i requisiti, come e quando va inviata.

Serve un adeguato sostegno per permettere alle persone di poter vivere dignitosamente e lo stato cerca di darglielo erogando dei fondi. Con il recente Decreto rilancio, voluto dal governo italiano per far fronte alle mancanze che ha portato la pandemia da Covid, vi sono state delle modifiche. Una domanda può permettere a chi spetta, di avere un ulteriore sostegno economico, insieme a degli arretrati.

Bonus da 105 euro (fonte web) 10.05.2022 direttanews.it (1)
Bonus da 105 euro (fonte web)

Non sempre i fondi presi aiutano del tutto ad affrontare la quotidianità, quindi, meglio stare attenti a tutte le opportunità economiche che lo stato eroga in merito. Lo stato cerca di andare sempre più incontro alle esigenze di tutte quelle persone che non possono lavorare, per via di alcune problematiche fisiche. La legge 104 fa chiarezza in merito a questa esigenza, permettendo a chi ne ha bisogno di avere un reddito, pur non lavorando.

Stiamo parlando di una legge uscita il 5 febbraio del 1992, la n. 104/92. Si tratta di “un’assistenza, dei diritti e dell’integrazione di tutte quelle persone affette da problematiche fisiche gravi, come e soprattutto le persone con disabilità”. Fa riferimento, però, anche alle persone che vivono con loro e che danno un sostegno materiale e in termini di tempo ai suddetti cittadini.

La scadenza da non farsi sfuggire per chi possiede la 104

I vantaggi e le agevolazioni messe in campo per chi possiede determinate disabilità fisiche sono diverse. Si va dall’abbigliamento al cibo, per passare dalle bollette, fino all’istruzione, per i figli e per sé stessi. Ovviamente, di recente, gli aumenti dei prezzi per via del Covid hanno portato sempre più persone a fare i conti con l’economia domestica. Per far fronte a questo, il governo ha messo a disposizione 105 euro in più al mese.

Mani proteggono disabile
Mani di uomo e logo della 104 (WebSource)

Non saranno disponibili per tutti i richiedenti, ma solo per determinate categorie. Una volta effettuata la domanda, entro e non oltre il 30 di giugno, potranno avere anche gli arretrati. Meglio, però, sapere a chi spetta e a chi no, per non presentarsi all’INPS impreparati.

Vi è da ricordare che dal 1° marzo ha debuttato l’assegno unico per i figli, con valore massimo, in base al reddito famigliare, di 175 euro. Chi possiede un figlio con disabilità riconosciuta come grave avrà anche il diritto a 105 euro in caso di non autosufficienza, 95 euro per disabilità gravi e 85 euro per una disabilità media.