Alessandra Mastronardi, la popolarità arrivata per caso e i consigli dello “psicoterapeuta”

Da ” I Cesaroni” a oggi, la fiction che le ha regalato la popolarità, il tempo è passato e oggi Alessandra Mastronardi è un’attrice di prima grandezza, apprezzata anche all’estero. Tutto però sarebbe nato quasi per caso e in modo assolutamente naturale.

“I Cesaroni”, “I Medici”, “L’Allieva” e i film “Carla Fracci” e “Altrimenti ci arrabbiamo” sono solo alcuni dei lavori che hanno per protagonista Alessandra Celentano. Confermano, se ce ne fosse bisogno, la sua versatilità e la capacità di entrare nel cuore del pubblico.

Alessandra Mastronardi (fonte web) 04.04.2022 direttanews.it
Alessandra Mastronardi (fonte web)

Non è un caso che anche all’estero siano in tanti ad apprezzarla. E tra gli artisti che hanno voluto collaborare con lei in questi anni c’è anche un grande come Woody Allen.

Tra i meriti del suo successo c’è certamente la semplicità, che non ha perso nemmeno qualche anno fa quando è stata chiamata a svolgere un ruolo importante come quello di madrina della Mostra del Cinema di Venezia.

Oggi lei non può che essere soddisfatta di quanto fatto, ma non può non sottolineare come parte del merito sia anche della sua famiglia di origine. Pur essendo lontana da loro, continua a essere legatissima ai suoi genitori.

Alessandra Mastronardi ora è una stella: ma come è iniziato tutto?

Nel momento in cui si è raggiunto il successo è importante cercare di non montarsi la testa, ma allo stesso tempo apprezzare quanto si è ottenuto. E in molti casi non si può non essere compiaciuti quando si sono raggiunti obiettivi importanti. Ne sa qualcosa Alessandra Mastronardi, che è oggi una delle attrici italiane più apprezzate anche all’estero.

Non tutti sanno però come abbia iniziato a muovere i primi passi in quello che è poi diventato il suo mondo. Tutto è legato a una località che le è rimasta nel cuore: Fregene.

È lei stessa a raccontarlo in un’intervista al ‘Corriere della Sera’: “Ho iniziato a dodici anni, davvero per caso – sono state le sue parole -. Io e mia sorella andavamo in vacanza a Fregene, dove ci lasciavano i nostri genitori. Qui venivano organizzati e sfilate per bambine. Ed è stato in questa occasione che mi ha notato un agente di cinema. È stato lui a propormi di fare un provino”.

In quell’occasione, però, il papà di Alessandra era stato chiaro e ha posto una condizione indispensabile per accettare. “Lui è uno psicoterapeuta e voleva che io avessi impegni solo nel weekend o durante le vacanze”. Era quindi fondamentale per lui che la scuola continuasse a essere al centro dei suoi pensieri. L’esordio è arrivato al fianco di Barbara d’Urso nel film ” Il manoscritto di Van Hecken”.

Alessandra Mastronardi (fonte web) 04.04.2022 direttanews.it
Alessandra Mastronardi (fonte web)

Diventare famosa da ragazzina non è stato però così semplice per lei e solo ora riesce a rivelarlo. “Sono diventata attrice sul campo, da autodidatta. Io però non avevo il coraggio di scrivere ‘attrice’ sulla carta di identità, almeno fino ai 25 anni. Il periodo del liceo è stato davvero difficile, i compagni mi bullizzavano. Per loro ero scomoda”.

Ora la bella campana può dire finalmente di avercela fatta. I sacrifici fatti sono stati ripagati, nonostante recentemente sia tornata single.