Il famoso campione brasiliano questa volta rischia grosso | L’accusa è gravissima

Il brasiliano continua a far parlare di se. Questa volta però non per le sue prestazioni ma per un fatto accaduto ritenuto molto grave. Vediamo cosa rischia

Givanildo Vieira de Souza, conosciuto da tutti come Hulk, è un calciatore brasiliano che ha spesso fatto parlare di se per le sue gesta in campo. La sua potenza fisica, così come il mitico personaggio della Marvel, e il suo mancino poderoso sono celebri in Brasile ma non solo.

Bandiera Brasiliana (foto web)
Bandiera Brasiliana (foto web)

L’attaccante verdeoro ha conosciuto la notorietà in Portogallo con la maglia del Porto con cui ha vinto quattro volte il campionato e conquistato anche una Europa League. Ma Hulk ha trovato successi anche altrove: in Russia con la maglia dello Zenit e in Cina allo Shanghai SIPG.

Dopo l’esperienza in terra asiatica, poi, il calciatore ha deciso di tornare in patria nel febbraio del 2021 trasferendosi all’Atletico Mineiro. E i trofei sono arrivati subito anche con il club brasiliano. Ben due: una coppa e una Supercoppa di Brasile.

Ora i bianconeri sono in lotta con il Corinthians per la vittoria del campionato, ma rischiano di dover fare a meno di Hulk per diverse partite. L’attaccante, infatti, potrebbe andare incontro a una maxi squalifica di 12 giornate. 

Nel match dello scorso 24 aprile, infatti, l’attaccante è stato protagonista di un gesto sconsiderato nel corso del match tra Atletico Mineiro e Coritiba terminato 2-2.

Hulk, rischio maxi squalifica per violenza fisica: cosa è accaduto

Il 18 maggio, Hulk dovrà comparire di fronte alla commissione sportiva per discutere del gesto violento compiuto ai danni dell’avversario William Farias. 

L’accusa al calciatore è di “violenza fisica” e la sua squalifica potrebbe andare dalle 4 alle 12 giornate di stop. Ma cosa è accaduto? In un’azione di gioco, in cui Hulk si era visto scippare il pallone dal centrocampista del Coritiba, l’attaccante ha rifilato un calcio nelle parti basse al contendente nel tentativo di recuperare il possesso.

Givanildo Vieira de Souza (foto web)
Givanildo Vieira de Souza (foto web)

In campo l’arbitro non si era reso conto della gravità dell’intervento dell’ex Porto, sanzionandolo solo con un cartellino giallo. Le immagini televisive hanno poi fatto esplodere il caso, con il tribunale sportivo che non ha potuto far altro che indagare su quanto accaduto.

Anche sui social, Hulk si è difeso a più ripreso dichiarando come le immagini “sembrino più di quanto in realtà non sia accaduto”. La sentenza sul bomber verdeoro è ancora tutta da scrivere. La mano pesante porterebbe a 12 giornate di stop, ma in caso di pena leggera potrebbe anche chiudersi tutto senza alcuna squalifica.