Uno dei brand più famosi al mondo è al centro della bufera | Il suo spot gli si ritorce contro

Il brand non è certamente nuovo alle polemiche per via dei suoi spot. Questa volta, il tentativo di inclusività ha scatenato numerose critiche.

Fondato nel 1967, Calvin Klein è uno dei marchi più influenti e famosi a livello mondiale. Il brand ha riscosso un notevole successo a partire dagli anni ottanta, con la realizzazione di una linea di boxer da donna e di una collezione di intimo maschile che si è rivelata una vera rivoluzione.

Alta moda (foto web)
Alta moda (foto web)

Negli anni novanta, Klein si è guadagnato il titolo di “America’s best designer” grazie allo stile minimalista dei suoi capi. Il marchio, nel corso degli anni, si è contraddistinto anche per via delle sue campagna pubblicitarie. Spesso al centro di polemiche, gli spot di Calvin Klein sono sempre stati un punto di riferimento nel mondo della moda.

Hanno lanciato diversi testimonial, portandoli al successo. Tra i primi protagonisti delle campagne del marchio spiccano celebrità come l’attrice Brooke Shields, l’attore Mark Wahlberg e la supermodella Kate Moss – la quale è stata testimonial del brand per diverso tempo negli anni novanta.

Il nuovo spot all’insegna dell’inclusività

Negli ultimi giorni, Calvin Klein è tornato a fa parlare di sé in seguito alle critiche sorte dopo l’ultimo spot dell’azienda. Nel tentativo di rendere le proprie campagne maggiormente inclusive, il brand ha deciso di coinvolgere il modello brasiliano Roberto Bete, che ha posato insieme alla compagna Erika Fernandes.

Ciò che ha scatenato le polemiche, soprattutto online, è il fatto che Bete sia un modello trans e in dolce attesa. Nelle fotografie, infatti, appare con il “pancione”. A colpire particolarmente è lo scatto in cui Erika lo sta baciando e coccolando con dolcezza.

Calvin Klein (via Instagram) 17.05.2022-direttanews.it
(via Instagram)

La campagna ha avuto inizio lo scorso 8 maggio, in occasione della festa della mamma, con l’obiettivo di puntare l’attenzione sulla rappresentazione e sulla realtà attuale costituita da modi “diversi” di vivere l’amore e la famiglia.

Così Calvin Klein ha deciso di mostrare una famiglia lontana dalla concezione “tradizionale”. Le foto sono state condivise sulle pagine social del marchio, con la didascalia seguente: “Oggi, a sostegno delle donne e delle madri di tutto il mondo, stiamo mettendo in luce la realtà delle nuove famiglie“.

“Possiamo riprodurci biologicamente o dal cuore. Il nostro posto è amare ed essere amati” è stato affermato. In molti hanno apprezzato il post, diventato subito virale. Ma numerose sono state le critiche: diversi utenti hanno percepito lo spot come un tentativo di andare “contro natura” ed è stato definito “orribile” e “indecente”.