Le caramelle di questo gusto possono fare bene al vostro corpo | Ma attenzione a non esagerare!

Le virtù alleate della nostra salute sono soprattutto di tipo digestivo, ma non solo. Scopriamo insieme pro e contro

Molto comune e, soprattutto, accanto all’uomo da sempre. Ha un sapore intenso, quindi non a tutti piace. Ma la si può trovare sotto forme diverse: dalle caramelle ai liquori. E poi, avrebbe dei benefici molto importanti per il nostro organismo. Scopriamoli insieme.

Caramelle (fonte web) 19.05.2022 direttanews.it (1) (1)
Caramelle (fonte web)

Va innanzitutto precisato che i benefici indicati da alcuni studi sono molteplici. Ma non sono meno segnalati anche i disturbi, soprattutto se ne viene assunta in quantità massicce. Ma partiamo dalle buone notizie.

Le virtù alleate della nostra salute sono soprattutto di tipo digestivo, ma non solo. Favorirebbe infatti la digestione e proteggerebbe l’attività della mucosa gastrica. Ma vi sarebbero doti ancor più interessanti, come le capacità antinfiammatorie e la peculiarità di riuscire ad abbassare il colesterolo cattivo, facendo prevalere quello buono. Infine, sarebbe un ottimo alleato per la gola. Aiuterebbe, ovviamente, in maniera naturale, a contrastare il mal di gola e ad eliminare la tosse leggera.

Fin qui le buone notizie che riguardano questa radice. Un tempo, infatti, quando la medicina e la scienza non erano ancora così sviluppati, bisognava curarsi con quel che si poteva. E avere in casa questa pianta poteva essere utile. Peraltro, era una buona alternativa all’uso del tabacco. Ma attenzione all’assunzione costante ed eccessiva, soprattutto per lunghi periodi. Perché sarebbe in grado di alzare la pressione arteriosa e non andrebbe d’accordo con i principi attivi di alcune medicine.

La storia della liquirizia

Vi abbiamo parlato dei suoi pro e dei suoi contro, ma non ve l’abbiamo presentata: la liquirizia. E’ una pianta erbacea perenne, alta fino a un metro, appartenente alla famiglia delle Fabaceae, nonché il nome dell’estratto vegetale ottenuto dalla bollitura del suo fusto sotterraneo.

Liquirizia (web source) 19.5.2022 direttanews
Liquirizia (web source)

Comprende 18 specie di perenni a fioritura estiva, diffuse in Eurasia, Australia e America. La variante più usata, è originaria dell’Asia sudoccidentale e della regione mediterranea. Questa pianta è una erbacea perenne rustica, cioè resistente al gelo, e cresce principalmente nell’Europa meridionale in terreni calcarei e argillosi.

La sua è una storia millenaria: per esempio, era una pianta importante nell’antico Egitto, in Assiria e in Cina, era già nota nell’antica medicina greca. Ma ha faticato a imporsi nell’uso scientifico del tempo e solo nel XV secolo è stata introdotta dai frati domenicani in Europa. Come risulta dal primo erbario cinese, in Asia la liquirizia è utilizzata da circa 5.000 anni ed è una delle piante più importanti. I medici cinesi la prescrivono per curare la tosse, i disturbi del fegato e le intossicazioni alimentari. Sapevate tutte queste cose sulla liquirizia?