Conoscete la nuova star dell’hard italiano? A soli 22 anni è la musa di Rocco Siffredi

Una carriera nel mondo hard che dura ormai da più d 30 anni, che gli ha regalato grandi soddisfazioni e che lo ha reso uno degli attori più ricercati del settore. Proprio per questo Rocco Siffredi è pienamente in grado di individuare un talento: ecco chi è la sua nuova musa.

Si deve risalire al 1987 per rievocare l’esordio di Rocco Siffredi nel mondo del porno, arrivato al fianco di Moana Pozzi con la regia di Riccardo Schicchi (ex marito di Eva Henger, oggi scomparso), che l’ha voluto in “Fantastica Moana”. Da allora non si è quasi mai fermato, ma anzi alla carriera di attore ha affiancato anche quella di produttore, a conferma di come voglia vagliare in prima persona le pellicole che vengono realizzate.

Rocco Siffredi (foto web)
Rocco Siffredi (foto web)

E con un curriculum così importante non sono mancati i riconoscimenti. Tra questi c’è l’AVN Awards (1991) a Las Vegas come Miglior Attore Porno per scene di sesso a tre e l’Hot Dor a Cannes come regista esordiente nel 2015. Un’esperienza di questo tipo gli permette quindi di capire al meglio chi possa essere in grado in un settore come questo. La bellezza è certamente importante, ma lo sono altrettanto la capacità di essere disinibite e la spregiudicatezza.

Rocco Siffredi e le sue doti da talent scout: chi è la nuova stella del porno

Il mondo dell’hard italiano ha una nuova stella, Martina Smeraldi, che può contare su uno scopritore d’eccezione. E non si tratta di un nome qualsiasi, bensì di Rocco Siffredi, il più famoso attore italiano che ha guadagnato fama anche all’estero.

Lei è davvero giovanissima (è nata nel 1999 a Cagliari), ma sembra avere le idee chiare sul suo fuuro. Il suo auspicio, infatti, è quello di seguire le orme di Moana Pozzi.

A differenza di quanto si potrebbe pensare, quando la luce rossa della telecamera è spenta Martina non ama fare parlare di sè. “Nel momento in cui mi svesto, viene fuori tutto il mio carattere – ha detto lei in un’intervista a Radio Deejay -. Io, però, ho un lato nascosto, sono molto timida. Nel sesso mi sblocco totalmente. Prima di fare il mio primo film ero molto agitata, ma quando ho iniziato mi sono dimenticata di tutto. Sono talmente concentrata nel sesso in sé che non penso al resto, ho un sacco di adrenalina”.

Martina Sperduti
Foto | Instagram

La giovane non nasconde di essere guardata in modo ancora piuttosto strano nel momento in cui si scopre quale sia il suo lavoro:In Italia c’è ancora tanto pregiudizio su quello che faccio. OnlyFans ha sbloccato almeno parzialmente questa situazione. Anche la ragazza normale ora si approccia a queste piattaforme, al sesso”.

Anche nella sua famiglia non sembrano avere ormai grandi problemi: I miei genitori preferirebbero facessi altro, ma ormai hanno accettato. Per me è un lavoro, ma ovviamente non gli chiederò mai un mio film. A me andrebbe bene se avessi un figlio e vorrebbero fare il mio lavoro, sarebbe da ipocriti pensarla diversamente” – ha concluso.