Pillola anticoncezionale, attenzione agli effetti indesiderati | Alcuni possono essere anche gravi

È capitato certamente a molte donne di assumere la pillola anticoncezionale nel corso della propria vita, non solo per evitare una gravidanza. Si pensa però spesso che questo farmaco possa avere come conseguenza effetti poco piacevoli per il corpo di chi lo prende con regolarità. 

Pensare che la pillola anticoncezionale abbia come scopo primario quello di evitare una gravidanza è vero solo in parte. Sono tante, infatti, a prenderla anche da giovanissime per altri motivi considerati altrettanto importanti e positivi per l’organismo. A molte ragazze, infatti, può servire per regolarizzare il ciclo (c’è chi arriva anche a saltare dei mesi), oltre che per ridurre o eliminare cisti alle ovaie e per risolvere un problema sgradevole soprattutto a livello estetico come l’acne.

pillola anticoncezionale
Foto | PIxabay

Indipendentemente dal motivo per cui si decide di iniziare l’assunzione, è sempre necessaria la prescrizione medica. Proprio per questo ognuna deve recarsi dal proprio ginecologo per una visita generale , oltre a dover effettuare gli esami del sangue, utili per avere un quadro dello stato di salute.

A quel punto dottore e paziente possono concordare insieme quale sia il tipo di medicinale più adatto sottolineando come quelli più moderni abbiano davvero pochi effetti collaterali rispetto al passato. In linea di massima, salvo problemi, si concorda poi un appuntamento di controllo nell’arco di sei mesi-un anno.

La pillola anticoncezionale fa solo bene o anche effetti negativi? Essere informati è fondamentale

Pensare che la pillola anticoncezionali abbia solo effetti positivi sarebbe ovviamente sbagliato. Questa, infatti, non solo evita gravidanza indesiderate, ma evita anche l’ansia che può generarsi in caso di ritardo nell’arrivo del flusso mestruale, ma resta comunque sempre un farmaco e, come tale, deve essere considerato. Proprio per questo prenderla a cuor leggero e senza avere parlato della propria situazione a uno specialista è assolutamente sbagliato.

Nella prima fase di assunzione è inoltre importante mettere in conto alcuni malesseri, anche se di poco conto, che si generano proprio perché il corpo deve abituarsi alla “novità”.

È il caso, ad esempio, di qualche mal di testa o sbalzo di umore (si può finire per piangere anche per motivi futili), che sono da considerare comunque piuttosto “normali”. In caso di dubbio resta comunque consigliabile restare a contatto con il proprio medico per chiarire ogni perplessità.

Analizzando il “bugiardino”, però, veniamo a conoscenza di una serie di altre conseguenze a lungo termine, che possono risultare poco piacevoli per una donna. In questa categoria rientrano l’aumento della ritenzione idrica e del peso, che restano comunque da mettere in conto ma non per tutte.

È stata la ginecologa Anna Pompili, da tempo attiva nei consultori della capitale a sostegno delle adolescenti, a chiarire ogni dubbio a riguardo. “La pillola fa ingrassare, anche se non sempre l’aumento del peso è così significativo.

doytore pillola anticoncezionale
Foto | Public Domain Pictures

Tra gli effetti ci sono comunque un incremento della ritenzione idrica, in modo particolare all’inizio – ha detto ai microfoni di Today.it -. Proprio per questo diventa indispensabile personalizzare il più possibile il trattamento in accordo con il proprio medico.

Il flusso mestruale può essere più ridotto o durare per meno giorni, ma questo non deve essere considerato negativo. Non sta a significare nemmeno che la donna sia meno fertile. C’è chi arriva addirittura per qualche mese a non avere le mestruazioni, ma anche questo per molte donne può essere positivo. Chi è abituato, infatti, ad avere un flusso abbondante lo interpreta come la “liberazione da un peso””.

Non si devono però escludere a priori anche altri effetti indesiderati, non solo a livello estetico. Tra questi ci sono patologie cardiovascolari, ipertensione e aumento della coagulazione del sangue (in caso di interventi chirurugici è consigliato sospenderla). Il problema può comunque essere prevenuto misurando periodicamente la pressione o consultando il medico di famiglia in caso di dolore al torace, disturbi alla vista o cefalea.