Pressione alta, si contrasta anche a tavola | Ecco l’alimento che aiuta a controllarne i valori

L’attività fisica è molto importante. Ma lo è anche l’alimentazione. Oltre alle “classiche” frutta e verdura, ecco un consiglio

La pressione alta è una patologia che colpisce milioni di persone. Vi consigliamo sempre di monitorarla confrontandovi con il medico. Può essere tenuta sotto controllo tramite una terapia farmaceutica. Ma anche tramite l’alimentazione. Ecco questo alimento molto comune che può aiutare chi soffre di pressione alta.

Pressione alta i cibi che aiutano (fonte web)
Pressione alta i cibi che aiutano (fonte web)

Il nostro corpo ci lancia dei segnali. Come ogni patologia, anche la pressione alta può essere indice di uno stile di vita non adeguato. Tra i consigli che ci sentiamo di darvi, certamente smettere di fumare ed evitare gli alcolici sono due cose molto importanti, se presenti nella vostra vita. Svolgere attività fisica, compatibilmente con la vostra età e le vostre condizioni generali è un altro elemento importante. Tutto, comunque, di concerto con il medico e con il dietologo.

L’attività fisica ha benefici complessivi per la salute poiché agisce positivamente sull’intero organismo grazie alla sua azione antinfiammatoria e antiossidante. L’azione antinfiammatoria permette di intercettare, prevenire e controllare tutte quelle malattie cronico-degenerative, metaboliche e cardiovascolari (ad esempio, obesità, diabete, sindrome metabolica, ipertensione, ecc.).

L’esercizio fisico agisce positivamente anche a livello psichico, perché favorisce la produzione di sostanze che hanno un effetto euforizzante e tonificante. In particolare, con il lavoro muscolare si liberano nel cervello particolari neurotrasmettitori, le endorfine, dotate di attività analgesica ed eccitante, che svolgono un’azione simile alla morfina e ad altre sostanze oppiacee.

Questo cibo vi aiuterà

Le cause dell’ipertensione includono lo stress, il fumo, alimentazione ricca di grassi e scarsa attività fisica, ma possono esserci delle condizioni di familiarità che predispongono al disturbo. L’ipertensione di solito aumenta con l’età per un irrigidimento delle pareti dei vasi sanguigni (resistenza periferica).

L’attività fisica, quindi, è molto importante. Ma lo è anche l’alimentazione. E’ estremamente importante alimentarsi bene e, in tal senso, frutta e verdura sono ottimi alleati. Ma lo è anche il pesce che, come sappiamo, non è nemmeno un alimento grasso.

Sogliola (fonte web)
Sogliola (fonte web)

In particolare, molto utile a far abbassare la pressione è la sogliola. La sogliola abita solitamente i fondali marini fangosi, dalle coste più basse fino a profondità di oltre 200 metri. E’ diffusa nell’Oceano Atlantico orientale e nel mare Mediterraneo. Si nutre dei piccoli invertebrati che popolano i fondali su cui vive e, in età avanzata, di piccoli pesci che le si avvicinano.

Molto gustosa sia alla griglia che al forno. In quest’ultimo caso, sistemate 1 sogliola, pulita e privata delle viscere, su un foglio di carta da forno, ungetela con 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva, spolverizzatela con un po’ di pepe nero e qualche fiocco di sale, aggiungete qualche fettina di limone e fate cuocere in forno a 200° per 20 minuti. Avrete così un pasto molto buono. E, soprattutto, molto sano!