Braccia gonfie e arrossate, attenzione a non sottovalutare il sintomo | Potreste soffrire di un grave disturbo

Vi è mai capitato di avere le braccia rosse e gonfie? È meglio non sottovalutare eventuali sintomi. Dietro ad un semplice sintomo si può nascondere una patologia molto più importante.

Risolvere un dubbio tramite i motori di ricerca è ormai diventata una consuetudine un po’ per tutti, anche per chi non ha grande dimestichezza con la tecnologia. Del resto, basta avere a portata di mano uno smartphone o un PC per avere la risposta a una domanda di qualsiasi tipo. Ormai sempre più spesso tra i temi oggetto di interesse c’è la salute: basta infatti il minimo disturbo o dolore per essere in allarme e cercare prima online quale possa essere la causa.

Braccia gonfie (fonte web) (1)
Braccia gonfie (fonte web)

Questo modo di agire è certamente frequente, anche se non del tutto corretto. L’ideale, infatti, sarebbe ovviamente quello di programmare innanzitutto una visita dal medico e solo successivamente, in caso di risposta non esauriente, cercare di saperne di più. Nonostante tutto, fare il possibile per avere informazioni a riguardo non può essere del tutto un male.

Hai le braccia gonfie? Può essere un problema frequente da non sottovalutare

Avere problemi alle braccia può essere spesso frequente, in modo particolare per chi fa un lavoro manuale o è abituato a utilizzare quotidianamente il PC. Proprio per questo in casi simili possono sorgere disturbi da non sottovalutare e che meritano di essere approfonditi.

Cercare di capire meglio quale possa essere l’origine dei sintomi, pur senza dimenticare di parlarne con il proprio dottore, può essere quindi importante. Stai notando che le tue braccia sono diventate grosse e più gonfie del solito?

Le possibili cause non sono da sottovalutare. Il problema potrebbe ad esempio essere riscontrato nei fumatori o in chi ha subito un trauma di varia natura.

Anche se piuttosto rara, non può essere esclusa dermatomiosite, una malattia muscolare di origine infiammatoria.Non si deve poi non prendere in considerazione l’ipotesi della polimiosite, una malattia autoimmune che colpisce sempre la zona muscolare.

Patologie connesse alle braccia gonfie (fonte web) direttanews.it (1)
Patologie connesse alle braccia gonfie (fonte web)

E’ invece più frequente la possibilità che possa subentrare la sindrome di Raynaud, un’alterazione della circolazione del sangue che colpisce le estremità dell’organismo, più comunemente mani e piedi (occasionalmente naso e orecchie), rendendole fredde, intorpidite e di colore anomalo dopo esposizione al freddo o come conseguenza di una fase di stress.

In linea generale, se si riscontra esclusivamente il gonfiore dell’arto non ci si dovrebbe preoccupare troppo, a meno che questo non sia accompagnato da altri malesseri. A quel punto sarebbe bene concordare con il proprio curante di effettuare esami specifici di approfondimento.