Scottatura da sole: ecco alcuni rimedi utili, senza utilizzare farmaci

Fondamentale sapersi proteggere dai raggi solari, che, soprattutto nella stagione estiva e a certe latitudini, possono fare molto male

Preservati! Proteggiti! Abbronzatura non scottatura! Con l’arrivo della stagione estiva, c’è voglia di andare al mare, di prendere un colorito diverso rispetto a quello pallido del pieno inverno. Ma facciamo attenzione, perché, soprattutto nelle nostre prime capatine in spiaggia, la scottatura è assai probabile. Ecco, quindi, come proteggersi.

Scottatura da sole (web source) 4.6.2022 direttanews
Scottatura da sole (web source)

A prescindere dall’età che si ha è importante saper godere del sole, che ha dei benefici fondamentali per il nostro corpo. Ma, allo stesso tempo, è altrettanto fondamentale sapersi proteggere dai raggi solari, che, soprattutto nella stagione estiva e a certe latitudini, possono fare molto male.

Per questo vogliamo sensibilizzare alla prevenzione dei tumori della pelle, che sono causati anche da un’esposizione scorretta del nostro corpo ai raggi solari. Con l’avvicinarsi della stagione estiva, è importante moderare l’esposizione al sole e utilizzare con costanza un’adeguata protezione solare. I raggi ultravioletti possono, infatti, causare seri danni alla cute e portare anche alla nascita di tumori, alcuni dei quali sono ancora oggi molto difficili da curare.

Quindi, prima di darvi qualche consiglio, vi invitiamo a proteggervi, soprattutto nei primi giorni in cui vi recate al mare. E, soprattutto, in caso di problematiche, non esitate a contattare medici e specialisti, perché non bisogna sottovalutare alcun problema.

Scottatura da sole: i rimedi

Le prime giornate di esposizione al sole estivo sono le più critiche. Vi consigliamo quindi di prevenire eventuali scottature con creme protettive. Ma, nel caso in cui non lo aveste fatto o queste non abbiano avuto l’effetto desiderato, ecco qualche rimedio.

Le patate utili per le scottature (fonte web)
Le patate utili per le scottature (fonte web)

In primis parliamo di farmaci. Non abusatene. E’ vero che alcune brutte scottature possono essere curati con spray e creme farmacologiche, talvolta anche con antinfiammatori, ma se questa dovesse essere la decisione, prendetela sempre di concerto con il medico o con il farmacista. Stesso discorso per quanto concerne le creme doposole, non sceglietele autonomamente, ma fatevi sempre consigliare dagli esperti.

Ecco, invece, qualche rimedio più naturale che può lenire la bruciatura e rinfrescare la pelle. Come primo rimedio vi suggeriamo un bagno rinfrescante (quindi con acqua non troppo calda), in cui aggiungere qualche cucchiaio di bicarbonato di sodio o di farina d’avena. E quando vi asciugate, se possibile, fatelo senza un accappatoio, ma all’aria, in modo che il leggero strato di bicarbonato o avena non si dissolva.

Vi sorprenderà inoltre sapere che sono molto utili le patate. Se tagliate a fette e poste sulle parti che bruciano di più hanno un vero effetto toccasana. Era un rimedio casalingo molto utilizzato negli scorsi anni, quando, cioè, non erano proliferati i prodotti commerciali.

Infine, è molto efficace l’aloe vera, che, applicata sulle parti più dolenti (proprio come le patate) ha la proprietà di restringere i vasi sanguigni dilatati dall’ustione solare.