Pedaggi autostradali, arrivano rimborsi e bonus | Ecco come ottenerli

Due importanti novità che potranno dare un po’ di respiro ad automobilisti e cittadini in un’estate da incubo per quanto riguarda i rincari

Arrivano importanti novità per quanto concerne i pedaggi autostradali. Buone notizie per automobilisti e cittadini, in quella che, invece, si annuncia un’estate da incubo per quanto concerne i rincari. Si potranno avere rimborsi e bonus. Ecco come.

Bonus pedaggi (web source) 10.6.2022 direttanews
Bonus pedaggi (web source)

“L’approvazione e l’erogazione del rimborso” dei pedaggi dei consumatori colpiti dai ritardi per cantieri “avverranno in maniera automatica – anche nell’ipotesi di ritardo minimo – a seconda del metodo di pagamento del pedaggio utilizzato dal cliente (telepedaggio e/o carte oppure contanti)”.

E’ quanto scrive l’Antitrust nella chiusura del procedimento verso Aspi che si è impegnata al rimborso attraverso il sistema Cashback. “Per dare massima diffusione al sistema ASPI utilizzerà un articolato piano di comunicazione, sfruttando vari canali” aggiunge l’Autorità

Le misure assunte da ASPI consentiranno ad una vasta platea di utenti di ottenere rimborsi che vanno dal 25% al 100% del pedaggio. A seconda della fascia chilometrica percorsa e del ritardo accumulato a causa dei disservizi generati dai cantieri di lavoro.

In particolare, già entro il mese di maggio, sono previsti rimborsi per ritardi a partire da 10 minuti per viaggi fino a 99 km e ad almeno 15 minuti per tutte le altre fasce (fino oltre i 500 km). Calcolati prendendo a riferimento la velocità media storica che per i veicoli leggeri è pari a 100 Km/h. Mentre per i veicoli pesanti è pari a 70 km/h. Ma, dicevamo, non si tratta solo di rimborsi, ma anche di bonus.

Il bonus pedaggi

È stato infatti pubblicato in Gazzetta ufficiale la delibera del Mims che riduce i pedaggi autostradali per transiti di camion merci effettuati nel 2021. Possono richiedere il beneficio della riduzione per i costi sostenuti per i pedaggi autostradali in relazione ai transiti effettuati a partire dal 1° gennaio 2021 e fino al 31 dicembre 2021, con veicoli, posseduti a titolo di proprietà o disponibilità ed adibiti a svolgere servizi di autotrasporto di cose, che appartengono alla classe ecologica Euro IV, Euro V, Euro VI o superiore, o ad alimentazione alternativa od elettrica.

Bonus pedaggi (web source) 10.6.2022 direttanews 2
Bonus pedaggi (web source)

Dalle ore 9.00 del 6 giugno 2022 e fino alle ore 14.00 del 12 giugno 2022 è possibile prenotarsi per fare domanda per richiedere il bonus dei pedaggi autostradali. Il bonus può essere richiesto anche dalle imprese di autotrasporto di merci per conto di terzi aventi sede nell’Unione Europea.

La riduzione è commisurata al valore delle fatture ricevute da ciascuna delle società che gestisce i sistemi di pagamento differito dei pedaggi nell’anno relative ai soli pedaggi autostradali.

Ciascuna impresa che effettua trasporti in conto proprio e ha diritto al rimborso, deve aver sostenuto costi per pedaggi autostradali per il 2021 di almeno 200.000 euro. In nessun caso la riduzione può essere superiore al 13% del valore del fatturato annuo.