Tumore al colon, la scoperta sorprendente di un nuovo farmaco che è efficace al 100%

Il tumore al colon retto è uno dei più frequenti nei Paesi industrializzati. In Italia rappresenta la seconda neoplasia per mortalità dopo quella del polmone

Si alza sempre di più l’attenzione della ricerca, ma anche delle Istituzioni, sul tumore al colon, uno dei più pericolosi. Recenti studi scientifici danno importanti speranze per il trattamento di questo male che affligge, ogni anno, migliaia di persone.

Ricerca scientifica (web source) 9.6.2022 direttanews
Ricerca scientifica (web source)

Il tumore al colon retto è uno dei più frequenti nei Paesi industrializzati. In Italia rappresenta la seconda neoplasia per mortalità dopo quella del polmone e per prevalenza dopo quella della mammella con migliaia di casi ogni anno. Nel Lazio si stimano ogni anno circa 29 morti ogni 100.000 uomini e di circa 19 decessi ogni 100.000 donne. Per il registro tumori quasi 300.000 cittadini italiani vivono con una pregressa diagnosi di cancro colorettale.

Dicevamo, però, che anche le Istituzioni sono in prima linea. Per esempio, è encomiabile quanto sta avvenendo nel Lazio. Già da alcuni giorni, le farmacie del Lazio si schierano al fianco della Regione per lo screening sulla ricerca del sangue occulto nelle feci, spesso precursore del tumore del colon retto.

Lo screening importante come quello del colon retto che può permettere di diagnosticare in tempi precoci una malattia che altrimenti si potrebbe trasformare in una patologia molto grave, dolorosa e molto spesso letale. I cittadini del Lazio con più di 50 anni e che hanno familiarità con il cancro del colon, riceveranno dalla Regione l’invito a partecipare allo screening.

Il cittadino riceverà gratuitamente dal farmacista il kit per la raccolta delle feci, le spiegazioni sulle finalità e le modalità dell’esame, poi riporterà la provetta nella farmacia sotto casa. A quel punto il campione con le feci verrà consegnato alla Asl per l’analisi e il cittadino successivamente riceverà il referto.

La nuova ricerca

Lo screening è importante. Così come è importante la ricerca. E, sul punto, arrivano importanti novità. Lo studio è stato pubblicato sul New England Journal of Medicine. Questo farmaco sembra avere effetti davvero molto importanti sui pazienti affetti da tumore al colon.

Ricerca scientifica (web source) 9.6.2022 direttanews 2
Ricerca scientifica (web source)

Si tratta di un anticorpo monoclonale, che si chiama Dostarlimab, e che riuscirebbe a far scomparire la lesione tumorale. Secondo quanto si apprende, sarebbe stato somministrato ogni 3 settimane per 6 mesi in pazienti con adenocarcinoma rettale di stadio II o III con deficit di riparazione del disadattamento. E i risultati sarebbero molto incoraggianti.

I pazienti, infatti, hanno avuto una risposta clinica completa. La cosa importante è che con questo farmaco non vi sarebbe la necessità di altre terapie (chemio, radio, chirurgia). Non c’è stato inoltre nessun effetto collaterale grave. Gli esperimenti sono stati effettuati su 12 pazienti. Ovviamente serviranno ulteriori accertamenti per capire l’effettiva validità di questa cura, ma certamente si tratta di una buona notizia.