Soffri di pressione bassa e temi di svenire con il caldo? Ecco i cibi che non devono mancare nella tua dieta

Il caldo è ormai arrivato in tutta Italia (anzi, in alcune zone in netto anticipo rispetto agli altri anni) e può portare con sé diversi inconvenienti per chi soffre di pressione bassa. Fortunatamente l’alimentazione può essere di aiuto per chi si trova in questa situazione.

In estate molti sostengono di sentirsi più attivi grazie alle giornate più lunghe e alla possibilità di stare più facilmente all’aria aperta godendo dei momenti di sole. Anzi, poter stare un po’ all’aria aperta e abbronzarsi ha effetti positivi anche per l’organismo, che può assimilare in maniera naturale la vitamina D. Questo, però, non vale per tutti, a maggior ragione per chi soffre di pressione bassa, problema che coinvolge tantissime persone e che può portare a dover affrontare diversi inconvenienti non del tutto piacevoli.

Svenire per il caldo (foto web)
Svenire per il caldo (foto web)

L’ipotensione può iniziare a preoccupare quando il valore scende al di sotto dei 90/60 mmHg. E il caldo eccessivo è una delle situazioni che può contribuire, in modo particolare per chi è più debole, ad abbassarla. Tra i sintomi che possono verificarsi e che possono destare allarme ce ne sono alcuni che non dovrebbero essere sottovalutati. È il caso di stanchezza, nausea o vomito, difficoltà a concentrarsi o sonnolenza. vertigini o debolezza alle gambe, sudore freddo o offuscamento alla vista.

La pressione bassa a volte è un problema: rimediare è comunque possibile

In tanti sono consapevoli di soffrire di pressione bassa proprio perché i sintomi si verificano in modo quasi costante quando la temperatura è elevata. A volte, però, muoversi in anticipo diventa quasi impossibile proprio perché il malessere compare nell’arco di pochissimi minuti. Anzi, spesso ci si ritrova a terra privi di sensi velocemente.

Forse non tutti lo sanno, ma è possibile effettuare un’azione preventiva attraverso l’assunzione di alcuni alimenti ad hoc. Ci sono infatti alcuni cibi che, se assunti in estate, possono contribuire a ridare energia all’organismo.

L’ideale sarebbe assumerli sin dalla mattina a colazione, in modo tale da ridurre le possibilità di andare incontro a problemi nel corso della giornata. È il caso, ad esempio, del porridge, ideale perché ricco di avena e carboidrati, oltre che di sali minerali.

Un altro elemento che il nostro organismo dovrebbe avere sempre per essere in perfetta forma è il potassio, contenuto in ottima quantità nelle banane.

banana
Foto ! Pixabay

Altrettanto utile può essere la liquirizia, che in genere si mangia soprattutto quando si ha un piccolo buco allo stomaco da colmare. E invece è perfetta per chi soffre di ipotensione per la presenza di glicimizina, stimola la produzione di aldosterone, ormone da cui dipende l’aumento della pressione arteriosa.

Ma non è finita qui: sono altrettanto consigliabili il cioccolato fondente, la barbabietola, patate, verdure a foglia verde e thè verde.