Mangiare frutta fa bene ma attenzione a questa | Ecco gli effetti collaterali che devi conoscere

Mangiare frutta, si sa, ha effetti positivi sul nostro organismo ed è per questo che spesso viene consigliata anche in sostituzione di un pasto vero e proprio. Ora che siamo ormai arrivati nel periodo più caldo dell’anno tanti ne approfitteranno per mangiare questo frutto, ma fa davvero così bene al nostro organismo?

In estate spesso si ha poco tempo da perdere e si preferisce, complici le temperature più elevate, puntare su pasti più veloci pur senza rinunciare ai benefici nutritivi. Proprio per questo in molti casi la frutta può essere davvero provvidenziale. Questa riesce a garantire al nostro corpo vitamine e proteine necessarie senza per questo dover stare a tavola a lungo. Non a caso, può essere ritenuta la soluzione ideale anche quando si trascorre un’intera giornata al mare e si desidera trascorrere le ore prendendo il sole o con amici e familiari.

Frutta estiva (foto web)
Frutta estiva (foto web)

In un periodo come questo è possibile scegliere tra vari tipi di prodotti, che sono spesso apprezzati anche dai più schizzinosi. Basti pensare, ad esempio, a pesche, anguria, melone e albicocche, giusto per fare alcuni esempi. In realtà, sarebbe però un errore pensare che tutti questi elementi racchiudano in sè solo elementi positivi. Proprio per questo è bene essere correttamente informati per fare una scelta il più possibile consapevole.

Le albicocche sono amate da tanti: attenzione a non mangiarne troppe

In questo periodo sono in tanti ad apprezzare le albicocche, che possono rivelarsi l’ideale sia per fermare un buco nello stomaco sia a merenda. Si tratta inoltre di un frutto che viene spesso utilizzato anche per fare una crostata, perfetta quindi anche per i bambini, che possono mangiarle con meno difficoltà.

Ma quali sono i motivi che dovrebbero spingerci a inserirle periodicamente nella nostra dieta? Queste sono innanzitutto adatte per la presenza di potassio, un sale minerale che aiuta il funzionamento del cuore, oltre che dei muscoli e si occupa di riequilibrare i fluidi nell’organismo. Sono inoltre importanti anche perché garantiscono vitamina C, utile per migiorare lo stato della nostra pelle e per regolare pressione e apparato cardiocircolatorio. Da non trascurare poi anche la possibilità di assicurare al corpo il beta-carotene, che migliora la vista, oltre a facilitare l’abbronzatura.

albicocche frutta
Foto | Pixabay

Le albicocche sono inoltre uno dei frutti che si rivelano perfetti per gli sportivi. Questo perché permettono di evitare cali di energia, oltre a essere facilmente digeribili. E non è finita qui: nella polpa troviamo anche la luteina e la zeaxantina, che sono in grado di svolgere un’azione di prevenzione contro il cancro.

Tutto bene quindi? In realtà, la risposta è no. Ci sono infatti delle circostanze in cui questo frutto non rappresenta la soluzione migliore nemmeno quando stiamo stilando una dieta in accordo con il medico. Chi ne consuma troppe può infatti avere un effetto lassativo e può andare incontro al rischio di calcolosi renale.

Si tratta poi di un cibo che dovrebbe essere assunto con moderazione da chi soffre di allergie. È il caso di quelle che vengono definite “allergie crociate”, quelle che si generano in seguito alla combinazione con altri allergeni (come ad esempio i pollini). Questo può accadere, ad esempio, quando si organizza un pic nic, provocando problemi alla cute, nausea e, nei casi più gravi, anche lo shock anafilattico.