Nuovo bonus del Governo, esteso a lavorati, disoccupati e a chi percepisce il reddito di cittadinanza

Una nuova misura economica per far fronte all’aumento dei prezzi di tutti i beni, non soltanto del costo delle bollette

Da sempre, fa discutere l’esistenza del Reddito di cittadinanza. Per qualcuno un doveroso aiuto e sussidio nei confronti di chi non ha un lavoro, fondamentale per l’inclusione sociale. Per altri, invece, un meccanismo che foraggia i parassiti della società. Intanto, però, il Governo vara un nuovo sussidio. E potranno averlo quasi tutti.

Nuovo bonus in arrivo (web source) 19.6.2022 direttanews 2
Nuovo bonus in arrivo (web source)

Poco più della metà della popolazione italiana riceverà a luglio il bonus da 200 euro per far fronte all’aumento dei prezzi di tutti i beni, non soltanto del costo delle bollette. Il decreto aiuti allarga la platea del bonus e raggiunge colf, stagionali e percettori del reddito di cittadinanza. Ha avuto ora anche il via libera della Ragioneria dello Stato.

La misura sarà interamente coperta dalla tassa sugli extraprofitti delle aziende energetiche, che sale dal 10% al 25%, e che darà un gettito da 6,5 miliardi di euro. Ancora da definire invece il tipo di contributo che sarò elargito agli autonomi e ai professionisti. Servirà un decreto a parte, che sarà messo a punto entro 30 giorni dal ministero del Lavoro.

Per finanziare gli aiuti alle famiglie e alle imprese il Governo ha ritoccato al rialzo il contributo straordinario a carico dei produttori, importatori e rivenditori di energia elettrica, di gas e di prodotti petroliferi. Che ora tocca il 25%. Ci sarà un acconto pari al 40% da versare entro il 30 giugno 2002. E il saldo entro il 30 novembre 2022. Inoltre, esteso a sette mesi il periodo di osservazione per la definizione dell’extraprofitto. Per valutare l’incremento del saldo si confronterà il periodo primo ottobre 2021 – 30 aprile 2022 con il saldo del periodo primo ottobre 2020 – 30 aprile 2021.

Ecco come ottenere il bonus

L’indennità una tantum da 200 euro – per chi ha redditi sotto i 35mila euro – arriverà direttamente nelle buste paga di luglio di 13,7 milioni di lavoratori dipendenti e di 13,7 milioni di pensionati. Gli altri dovranno fare domanda all’Inps. Lavoratori domestici (750 mila), disoccupati (1,1 milioni), co.co.co (270 mila), lavoratori stagionali, dello spettacolo o intermittenti (300mila), percettori del reddito di cittadinanza (900 mila).

Nuovo bonus in arrivo (web source) 19.6.2022 direttanews
Nuovo bonus in arrivo (web source)

Per i lavoratori autonomi viene istituito un fondo ad hoc da 500 milioni per finanziare l’indennità una tantum. Ad aiutare lavoratori e studenti arriverà anche il buono per i trasporti pubblici, da 60 euro, la cui erogazione avverrà con modalità informatica e sarà utilizzabile fino a dicembre.

E’ importante sapere che il pagamento automatico dell’Inps arriverà a tutti coloro che percepiscono l’indennità Naspi e Discoll o la disoccupazione agricola nel rispetto di determinati requisiti. Alcuni di essi sono che bisogna aver percepito nel mese di giugno 2022 la Naspi la disoccupazione riconosciuta ai lavoratori con rapporto di lavoro subordinato che è stato interrotto involontariamente.

Oppure si deve aver percepito nel mese di giugno 2022 la Discoll, disoccupazione riconosciuta a collaboratori coordinati e continuativi, anche a progetto, assegnisti di ricerca e dottorandi di ricerca con borsa di studio che hanno perso involontariamente il lavoro. Oppure ancora, si deve aver percepito nel corso del 2022 la disoccupazione agricola di competenza del 2021.