Calcoli renali, ecco come evitarne la formazione | Gli accorgimenti da prendere a tavola

I problemi ai reni colpiscono moltissime persone che, nella maggior parte dei casi, non se ne accorgono. Ecco perché è fondamentale ricorrere a visite periodiche sul proprio stato di salute che aiutano ad evidenziare precocemente l’insorgenza di qualche disturbo. Ma prevenire i calcoli è possibile anche adottando un preciso stile di vita che aiuta la funzionalità renale.

La funzione di questi due piccoli organi è quella di depurare l’organismo; al loro interno scorre tutto il nostro sangue che viene letteralmente pulito dalle sostanze di scarto dirottate quindi nelle urine e espulse dal nostro corpo.

Come evitare i calcoli ai reni (fonte web) direttanews.it (1)
Come evitare i calcoli ai reni (fonte web)

I reni, oltre alla funzione depurativa, possiedono anche la capacità di produrre alcuni ormoni chiave del nostro organismo che concorrono alla formazione dei globuli rossi e conseguentemente alla regolazione della pressione arteriosa. Ecco perché è di fondamentale importanza preservarne la funzionalità corretta attraverso piccoli accorgimenti quotidiani che aiutano le loro attività.

Per preservare i reni è importante lo stile di vita e l’alimentazione sana

Il primo accorgimento deve essere preso a tavola: scegliere cibi poveri di proteine, sodio e fosforo é un’ottima pratica per stimolare il lavoro renale. Ma per una dieta equilibrata e variegata è possibile prediligere le proteine vegetali rispetto a quelle animali che andrebbero evitate. Via libera quindi a lenticchie e fagioli, ottimi sostituti della carne.

I cibi ad alto contenuto di fosforo, che quindi andrebbero aboliti o perlomeno ridotti nella nostra dieta, sono perlopiù i salumi, le farine, la crusca e il tuorlo d’uovo. Per ridurre la quantità di questo elemento dai cibi è possibile adottare uno stratagemma non conosciuto. È sufficiente conservare l’alimento in frigorifero per circa 8 ore prima della cottura. Si può quindi procedere alla bollitura avendo l’accortezza di cambiare l’acqua a metà cottura.

Per ridurre la presenza di sodio nella nostra dieta si consiglia di preferire le spezie come insaporitori dei cibi evitando l’uso eccessivo di sale; per lo stesso motivo si dovrebbe abolire o quantomeno ridurre l’assunzione di affettati, formaggi stagionati e alimenti in salamoia.

Bere due litri d’acqua è fondamentale per la funzionalità renale

L’ultimo, ma forse il più importante di tutti per aiutare il corpo a mantenere i reni in perfetta salute, è il consiglio di assumere almeno due litri di acqua al giorno; non è necessario che sia confezionata poiché è possibile bere anche quella del rubinetto. Per raggiungere la quantità esatta di liquidi da ingerire è utile aiutarci con tisane succhi di mirtillo, uva e frutta ad alto contenuto di acqua.

Bere molta acqua aiuta la funzionalità renale (fonte web) direttanews.it (1)
Bere molta acqua aiuta la funzionalità renale (fonte web)

Se si decide per un’acqua da trovare in commercio sarebbe bene sceglierne una poco mineralizzata che non appesantisca i piccoli organi depurativi. L’istituto Superiore di Sanità però sottolinea che da uno studio recente é emerso che il consumo di acqua di rubinetto non favorisce la formazione di calcoli.