Hai questa abitudine a colazione e non riesci a farne a meno? Attenzione, non è per niente salutare

Iniziare la giornata con una colazione sostanziosa è importante per garantire al nostro corpo le giuste energie. Ma bisogna fare attenzione a quello che si mangia. Non tutto è così salutare..

Un vecchio detto, sostenuto anche da molti nutrizionisti, sottolinea come la colazione sia il pasto più importante della giornata. E’ da qui, infatti, che il nostro organismo riesce a garantirsi le prime energie per affrontare i primi impegni della nostra quotidianità, specialmente per chi studia o fa un lavoro impegnativo. Saltarlo, anche solo per la fretta, è quindi un errore.

Colazione (foto web)
Colazione (foto web)

Rispettare tradizioni e abitudini per molti è davvero fondamentale ed è per questo che la maggior parte di noi non riescono a rinunciare a cappuccino e cornetto, meglio ancora se al bar. Anzi c’è chi fa il possibile per uscire prima da gara per godersi al meglio questo momento e non essere troppo di fretta. Si tratta però di una scelta corretta se fatta con cadenza quotidiana? La risposta a questa domanda è purtroppo negativa, anche se molti nel saperlo faranno quasi sicuramente orecchie da mercante.

Non riesci a fare a meno di cappuccino e brioche a colazione? La scelta non è così corretta

Fare colazione con cappuccino e brioche rientra tra le abitudini consolidate di molti italiani. In realtà, si tratta di una tradizione che risale addirittura al ‘600, in particolare al periodo della fine dell’assedio di Vienna e alla ritirata dell’esercito dell’Impero Ottomano.

I fornai dell’epoca avevano così deciso di celebrare quel momento così importante con qualcosa di dolce. Questo li ha portati a creare un dolce a base di uova, zucchero, burro e farina, conosciuto inizialmente come kipferl. La sua forma a mezzaluna ricorda quella presente sugli stemmi ottomani per simboleggiare i viennesi nell’intento di mangiare gli invasori. Successivamente questo è poi arrivato a Venezia con il nome di “chifei”, poi modificato in “brioche” nell’Italia del Nord”. Al Sud, invece, ancora adesso si preferisce chiamarlo “cornetto”.

cappuccino caffè brioche colazione
Foto | Pixabay

Anche i più attenti alla forma non riescono a farne a meno, soprattutto se lo abbinano a un ottimo cappuccino (o caffè). A lungo andare, però, si tratta davvero di una scelta così salutare?

A chiarire ogni dubbio a riguardo è il nutrizionista Flavio Pettirossi, che non ha buone notizie per i cultori di questo pasto. “Un croissant semplice contiene circa 250 calorie. A queste dobbiamo aggiungere le 130 del cappuccino e le 40 dello zucchero. Complessivamente, si arriva così a 420 calorie solo per la colazione. Decisamente troppe, se si pensa che non si dovrebbe andare oltre le 300-320″.

Fortunatamente una soluzione che possa accontentare i più golosi ma senza danneggiare il nostro fisico c’è. “La scelta migliore al bar, se proprio non si riesce a farne a meno sarebbe quella di prediligere un caffè con poco zucchero, un cappuccino scremato o una spremuta d’arancia e una brioche vuota integrale di piccole dimensioni