Prodotti contaminati al supermercato? Con questo metodo saremo in grado di scoprirlo in tempo reale durante la spesa

Sta finalmente per arrivare il metodo che risolverà molti dei nostri dilemmi. Quante volte abbiamo letto con apprensione di nuovi urgenti richiami dagli scaffali del supermercato per prodotti potenzialmente pericolosi per la nostra salute? Adesso si potrà scoprire se l’alimento è completamente salutare in completa autonomia e direttamente mentre si fa la spesa.

È un progetto che è stato portato avanti da dei talentuosi ricercatori del Karlolinska Institute di Stoccolma. Si tratta di una metodologia semplice e intuitiva che potrà essere utilizzata da tutti noi durante gli acquisti alimentari.

Questa metodologia scoprirà la presenza di sostanze tossiche al supermercato (fonte web)
Questa metodologia scoprirà la presenza di sostanze tossiche al supermercato (fonte web)

I fondi stanziati per finanziare questo progetto sono stati messi a disposizione dall‘European Research Council che ha voluto fortemente mandare avanti la ricerca su questo futuristico kit tanto utile soprattutto in questo periodo.

La rivoluzione parte da una metodologia degli anni ’70

La ricerca è partita addirittura da una tecnica utilizzata negli anni ’70 denominata spettroscopia Raman, che riesce ad amplificare per milioni di volte la presenza di singole molecole rilevate su qualsiasi superficie. Grazie alle metodologie moderne e ultra-sofisicate gli scienziati sono riusciti a perfezionare la tecnica e hanno realizzato un sistema in grado di analizzare in pochissimi minuti gli alimenti che stiamo per acquistare nei supermercati.

Si tratta di un metodo semplice e poco costoso, ma soprattutto alla portata di tutti gli utenti che tra poco si potranno sentire più sicuri durante gli acquisti giornalieri o settimanali della spesa alimentare. D’altronde siamo stati abituati proprio in questo periodo ad effettuare analisi in autonomia, come per il caso dei tamponi per la rilevazione del COVID-19 che ormai chiunque effettua tranquillamente a casa da solo.

Faremo un “tampone” ai cibi prescelti durante la spesa

Il meccanismo, infatti, è molto simile e quindi destinato a tutto il pubblico. L’analisi potrà essere effettuata durante la spesa e basterà prelevare un minuscolo campione di qualsiasi alimento, ovviamente non confezionato, e procedere con la rilevazione di sostanze potenzialmente tossiche per la nostra salute.

Con il nuovo kit potremo rilevare la presenza di sostanze dannose sui cibi (fonte web) direttanews.it (1)
Con il nuovo kit potremo rilevare la presenza di sostanze dannose sui cibi (fonte web) direttanews.it (1)

Con un bastoncino cotonato sarà sufficiente strofinare sulla superficie ed immergerlo in una soluzione  già pronta; il rilevatore sarà in grado di evidenziare la presenza di sostanze dannose. Ecco quindi che in un prossimo futuro faremo anche il tampone a frutta e verdura per evitare di acquistare prodotti con pesticidi o residui non autorizzati.

È un passo avanti che permette ad ognuno di salvaguardare la propria salute a partire già dal momento di riempire il proprio carrello. Resta da capire se tutti saranno disposti ad attendere qualche minuto per ogni acquisto, ma c’è di certo che con questo metodo innovativo, la nostra spesa sarà sicuramente più protetta.