Cornetto gelato, l’errore che facciamo mangiandolo | Può creare problemi alla salute

Il caldo si fa sentire in modo pesante ormai da diverse settimane in tutta Italia, cosa c’è di meglio di alleviare l’afa con un cornetto gelato? Probabilmente, però, non sai che il modo in cui lo mangi non è del tutto corretto.

Nelle giornate in cui il caldo si fa sentire e non si sa come rimediare all’afa diventa normale adottare qualche accorgimento attraverso l’alimentazione. Tra i cibi preferiti in questo particolare periodo dell’anno c’è certamente il gelato (molti lo mangiano comunque anche in inverno), che può rivelarsi utile non solo a merenda, ma anche come sostitutivo del pasto grazie ai diversi nutrimenti presenti. Tra i tipi più amati c’è certamente il cornetto, disponibile in gusti differenti.

cornetto gelato (foto web)
cornetto gelato (foto web)

Si tratta comunque di una soluzione amata anche da chi sta seguendo un regime particolarmente rigido, anche i nutrizionisti infatti permettono ogni tanto di concedersi qualche sgarro. A differenza degli altri tipi, il cornetto ha il vantaggio di poter essere consumato integralmente, senza avanzarne alcuna parte. Questo, in realtà, non è un comportamento del tutto corretto.

Il cornetto gelato piace a tanti: ma attenzione a come lo mangi

Una delle parti di un cornetto gelato che piace maggiormente, indipendentemente dall’età è certamente la parigina, in modo particolare la punta. Qui, infatti, sono presenti anche delle scaglie di cioccolato, che rendono tutto ancora più gustoso.

Non a caso, molti non vedono l’ora di finirlo per poterlo mangiare. In pochissimi lo sanno, ma mangiandola finiamo per mettere a rischio la nostra salute.

Punta con il cioccolato (fonte web)
Punta con il cioccolato (fonte web)

Chi pensa si tratti di una bufala deve però purtroppo ricredersi. A dare una spiegazione su base scientifica è il chimico, Bert Weckhuysen, dell’Università di Utrecht. Tutto è dovuto alla modalità con cui è stato realizzato.

Il procedimento, secondo quanto riporta ‘La Cucina Italiana’, che serve per rendere solido il cioccolato prende il nome di “idrogenazione” ed è indispensabile per consentire al cioccolato di restare sempre solido e di non sciogliersi nemmeno dopo l’estrazione dal congelatore.

In questo processo chimico, viene aggiunta una molecola di idrogeno, che porta a trasformare gli acidi grassi insaturi in saturi, sostanze che possono essere pericolose per il nostro apparato cardiocircolatorio.

Gli acidi grassi saturi andrebbero sempre consumati con moderazione. Chi lo fa troppo frequentemente e con quantità eccessive, infatti, andrà incontro a conseguenze poco piacevoli per l’organismo. Questo infatti provoca un innalzamento del colesterolo cattivo, che aumenta i rischi di problemi al cuore e alla circolazione.