Da non fare assolutamente in cassa al supermercato | Qualcuno ci potrebbe rimettere tanto

E’ qualcosa che forse chiunque ha fatto almeno una volta. Ma su questo comportamento la Cassazione è stata netta

In questi giorni inizieranno i saldi estivi e, tra una peggiore situazione economica dei consumatori e i rincari, il 49,3 per cento dei cittadini è poco o per nulla interessato agli sconti. Il 50,7 per cento invece si dice in attesa dei saldi per acquistare articoli ai quali sta pensando da tempo. Nell’uno e nell’altro caso, fate attenzione a questo tipo di richieste. Tanto al supermercato, quanto nei negozi in generale.

Cassa supermercato (foto web)
Cassa supermercato (foto web)

Il 76,6 per cento di coloro che sono in attesa dei prossimi saldi estivi non presterà attenzione alla marca. Quasi la metà di coloro che faranno acquisti in occasione dei prossimi saldi estivi si recherà nei negozi di fiducia (45 per cento), il 43 per cento invece sceglierà online

Lo scenario negativo è influenzato da un lato dal significativo aumento del disagio sociale dei consumatori e dei cittadini: quasi il 50 per cento dichiara che la situazione economica della propria famiglia è peggiorata nel corso degli ultimi sei mesi. Il dato è più accentuato presso le fasce centrali produttive con riferimento all’età dai 35 ai 64 anni.

Dall’altro lato c’è il continuo aumento dei prezzi al consumo per l’intera collettività: nel mese di maggio 2022 l’indice dei prezzi al consumo è pari al 109,70, con una variazione tendenziale (rispetto allo stesso mese dell’anno precedente) pari a +6,3 per cento e una variazione congiunturale (rispetto al mese precedente) pari a +0,6 per cento. Insomma, c’è chi può permettersi di acquistare qualcosa solo se in saldo. Ma attenzione a questa richiesta…

Mai richiederla!

Stiamo parlando della carta sconti che è presente nella totalità delle catene di supermercati. Tanti utenti ce l’hanno, per poter usufruire di agevolazioni economiche e di promozioni. Ma vi sarà capitato di andare al supermercato sprovvisti di questa tessera.

E allora che fare per ottenere gli sconti? Qualcuno lo avrà fatto. Avrà chiesto alla cassiera di poter utilizzare la sua carta sconto, per non perdere l’opportunità. E in alcuni casi la cassiera avrà anche accettato, potendo così accumulare tanti punti, anche se non ha fatto acquisti. Ma tutto ciò è consentito?

Chieder la tessera sconti (foto web)
Chieder la tessera sconti (foto web)

La risposta è no. Senza mezzi termini. Una dipendente, infatti, è stata licenziata da una catena di supermercati per giusta causa proprio perché avrebbe utilizzato numerose volte la propria tessera per le transazioni dei clienti. Questo perché avrebbe consentito a clienti che magari nemmeno avevano la tessera di ottenere sconti, oltre che, come già detto, di accumulare punti per se stessa.

La dipendente in questione aveva poi ribaltato il provvedimento di licenziamento facendo appello. Ma la Cassazione ha sancito definitivamente che quel licenziamento era “per giusta causa”. Per cui fate attenzione a questa richiesta. Qualcuno potrebbe avere conseguenze molto serie…