Emicrania, gli accorgimenti da prendere a tavola per evitare questo dolore fastidioso

Il mal di testa è uno di quei dolori frequenti in tutta la popolazione senza distinzione di età o sesso. Si presenta all’ improvviso e può durare da poche ore a giorni senza darci tregua. Le cause sono diverse e le cure molteplici, ma ci sono piccoli accorgimenti che lo possono evitare vediamo quali sono.

Molti possono essere i fattori che scatenano i mal  di testa, stress e cambiamenti delle condizioni metereologiche sono fra i principali ma c’è né uno fra questi fattori, che può scatenare dolorose cefalee di cui non sospettiamo. Stiamo parlando dell’alimentazione, infatti cibo e mal di testa possono essere correlati.

Il mal di testa si combatte a tavola (Fonte Web)
Il mal di testa si combatte a tavola (Fonte Web)

Le emicranie di cui parleremo sono dei fastidiosi mal di testa che riguardano sia la popolazione adulta che i bambini al di sotto dei 12 anni. Si manifestano con un dolore pulsante e localizzato, a volte accompagnato da nausea, vomito e fastidio per le fonti di luce e rumori.

Il mal di testa correlato al cibo, si presenta spesso non solo per il tipo di  pietanze assunte, ma anche per le quantità; infatti una digestione più lenta e faticosa aumenta le possibilità di cefalee e nei soggetti più predisposti e negli individui ingenerale. Gli studi e le ricerche che hanno messo in correlazione i tipi di cefalee con l’alimentazione, sostengono che uno stile di vita sano diminuisce notevolmente le probabilità di essere vittime delle emicranie.

Come evitare con l’ alimentazione le cefalee

Un corretto stile di vita con una corretta alimentazione, ci mettono al riparo dai malesseri alla testa. I cibi e le bevande da evitare sono principalmente: Alcolici e super alcolici, caffè, cioccolato, fritti, insaccati, carni rosse, cibi contenenti il glutammato, formaggi stagionati, frutta secca.

Il problema della cefalea però non si evita soltanto diminuendo o eliminando determinati cibi dalle nostre abitudini ma bisogna, per una corretta alimentazione, integrare con frutta di stagione e ortaggi il tutto associato ad un giusto riposo notturno e attività fisica regolare. Bere molto, soprattutto nella stagione calda, almeno 1,5 lt al giorno sicuramente aiuta il nostro corpo ad eliminare le tossine, a digerire meglio nonché ad avere la giusta idratazione, un altro valido aiuto per allontanare le cefalee.

Evitare le emicranie col cibo (Fonte Web)
Evitare le emicranie col cibo (Fonte Web)

Altra accortezza cui i medici fanno riferimento, è quella di non saltare i pasti e non digiunare anzi, avere degli orari prestabiliti per i pasti principali. E’ fortemente consigliato di non abusare di antidolorifici che contengono sostanze come la caffeina ,ma soprattutto evitare il “fai da te” e rivolgersi al medico in situazioni che si ripetono e perdurano.