Se hai questi sintomi dopo i pasti non li sottovalutare | E’ il caso di consultare un medico

Con l’arrivo della bella stagione, il nostro corpo si deve adattare alle nuove temperature che, soprattutto in questo periodo, sono sempre più alte e creano delle debolezze al nostro fisico. E’ bene non sottovalutare sintomi che possono essere campanelli di allarme sul malfunzionamento di qualche organo, di conseguenza non prendiamoli alla leggera.

Imparare a conoscere il nostro corpo è fondamentale per vivere in salute ed è un investimento per il futuro. Nessuno più di noi conosce il proprio fisico, dobbiamo essere i primi medici di noi stessi. Ogni cambiamento, specialmente repentino di cui ci accorgiamo, non deve essere sottovalutato.

Pesantezza dopo i pasti (Fonte Web)
Pesantezza dopo i pasti (Fonte Web)

Chiaramente questo non vuol dire diventare “ipocondriaci”, tutto deve essere equilibrato, anche il nostro comportamento nell’affrontare cambiamenti fisici che possono essere naturali di adattamento o spie quindi, da approfondire. Rivolgersi al proprio medico quando avvertiamo un malessere o un fastidio può essere fondamentale e fare la differenza nel caso in cui effettivamente c’ è un problema.

Se noti un cambiamento dopo i pasti

Parlando di cambiamenti nel nostro fisico, i più frequenti e anche quelli cui spesso sottovalutiamo, sono quelli che si avvertono subito dopo i pasti. Capita spesso che ci si alzi da tavola appesantiti, gonfi con un senso di nausea nonostante non si sia fatta una grande abbuffata oppure, durante la digestione, episodi particolari che andiamo subito ad analizzare.

Se dopo i pasti principali abbiamo immediatamente l’esigenza di andare in bagno e siamo vittime di dissenteria, probabilmente abbiamo mangiato qualche cibo andato a male quindi avariato o contaminato da batteri; questo può avvenire soprattutto nel periodo estivo perché le pietanze  facilmente si possono deteriorare. Bisogna prestare molta attenzione alla conservazione di alcuni cibi in particolare a carne , latticini e formaggi ed evitare di mangiare pesce crudo se non si è più che sicuri di come è stato conservato. Il malessere da intossicazione alimentare è improvviso e molto fastidioso ma si risolve con le giuste cure in pochi giorni.

Un’ altro sintomo da non sottovalutare dopo i pasti principali, è la nausea ed in questo caso è probabile che stiamo soffrendo di intestino irritabile. E’ un’ infiammazione che interessa un tratto dell’ intestino specifico, il colon,  che si manifesta soprattutto a causa di cattive abitudini alimentari. Il colon irritabile può manifestarsi con svariati sintomi fastidiosi e dolorosi quali spasmi addominali che coinvolgono anche la schiena. Inoltre possono manifestarsi sintomi quali stipsi o diarrea. Talvolta, a seconda del grado di irritazione del colon i sintomi possono variare e manifestarsi con palpitazioni, stanchezza, mal di testa e senso di agitazione.

Mal di stomaco dopo mangiato (Fonte Web)
Mal di stomaco dopo mangiato (Fonte Web)

Alcune persone dopo aver consumato i pasti accusano vertigini e stordimento questi sono segnali che rivelano problemi legati alla digestione. Si tratta di ipotensione postprandiale cioè un veloce abbassamento della pressione arteriosa che porta a capogiri e a volte svenimenti subito dopo i pasti.

Questo accade perché l’ intestino ha bisogno di molto sangue all’ avvio della digestione e per questo ci dev’essere la giusta proporzione fra l’ affluenza del sangue verso l’ intestino e la frequenza cardiaca che deve aumentare in modo proporzionale, se questo non accade, si avrà un abbassamento della pressione. Di solito sono sintomi che interessano le persone anziane ma in ogni caso questo problema deve essere segnalato al medico per approfondimenti.