Carta d’identità e patente spariranno per sempre | Ecco come verranno sostituiti gli storici documenti

Insomma, per l’Italia la modernizzazione è (finalmente) iniziata. Vedremo come reagiranno gli italiani. Tutto quello che c’è da sapere

Un’unica porta d’accesso digitale sia a tutti i concorsi delle amministrazioni pubbliche sia alle procedure di mobilità. Il portale nazionale del reclutamento inPA (https://www.inpa.gov.it/) cresce e sviluppa nuove funzionalità, grazie alle novità introdotte con il decreto “Pnrr 2” appena convertito in legge.

Carta di identità elettronica (web source) 6.7.2022 direttanews
Carta di identità elettronica (web source)

E’ solo una delle tante novità. L’Italia prova a diventare (finalmente) un Paese smart. Requisito fondamentale richiesto dall’Europa per l’erogazione dei soldi del Recovery Fund. Ecco, quindi, come cambieranno le nostre carte d’identità e le nostre patenti.

Nato in via sperimentale ad agosto del 2021, inPA si è evoluto in tempi record. Con il ventaglio dei nuovi servizi interattivi, con la sua banca dati di circa 6 milioni di profili, popolata anche grazie ai protocolli d’intesa siglati con gli Ordini e le associazioni di professionisti, e con la possibilità di estendere le ricerche di personale ai 16 milioni di iscritti a LinkedIn Italia, il portale è un formidabile strumento per un accesso alla Pubblica amministrazione sempre più moderno, trasparente e digitale.

L’Italia, da sempre considerato un Paese “vecchio”, prova a modernizzarsi. Per sbarazzarsi il più possibile di carta e burocrazia. E questa svolta smart del nostro Paese coinvolgerà anche due documenti fondamentali, come la carta d’identità e la patente. Ecco come stanno cambiando le cose.

Le nuove carte d’identità e patenti

Dal 2021 al 2022 i numeri delle piattaforme digitali Pa sono più che raddoppiati. Sull’App Io i download hanno raggiunto i 30 miliani dai 9,5 mln del gennaio 2021. La digitalizzazione, quindi è un passo fondamentale. E il cambiamento ormai innescato.

Qr Code (web source) 6.7.2022 direttanews
Qr Code (web source)

“L’Italia è avanti rispetto ad altri paesi europei nella digitalizzazione di alcuni servizi. In un anno e mezzo si dovrebbe arrivare a una Schengen digitale europea e il paese sarà pronto grazie ai servizi sviluppati sull’app Io. Patente e tessera elettorale saranno digitali come digitale sarà il wallet personale”. Lo ha sottolineato il ministro per la Transizione digitale e l’innovazione tecnologica, Vittorio Colao.

Colao ha aggiunto anche che il governo sta lavorando perchè “gli uffici postali siano uno dei posti dove si potrà andare a ritirare la carta di identità”. La carta d’identità elettronica sarà quindi rilasciata negli uffici postali, la patente e la tessera elettorale che diventeranno semplicemente un qr code. La patente digitale, peraltro, sarà valida non solo in Italia, ma in tutta Europa. Insomma, per l’Italia la modernizzazione è (finalmente) iniziata. Vedremo come reagiranno gli italiani.