L’Unione Europea mette in crisi gli automobilisti: devi aggiornare la tua auto altrimenti non potrai più circolare

Il volere dell’Europa è ormai vincolante per gli stati membri. Oltre alla “svolta green”, ecco un’altra importante novità

I diktat dell’Unione Europea sono sempre più stringenti sui Paesi membri. E, tra questi l’Italia. A essere interessati dalle norme imposte da Bruxelles sono, assai spesso, gli automobilisti. Da oggi, infatti, vi è una nuova norma che, se non rispettata, potrebbe provocare non pochi problemi. Ecco di cosa si tratta.

Nuovo dispositivo obbligatorio nelle automobili (fonte web) direttanews.it (1)
Nuovo dispositivo obbligatorio nelle automobili (fonte web)

Come è noto, da mesi l’Europa insiste per effettuare quella svolta green richiesta da più parti. E che ha come principale “avversario” il mondo di motori e dell’automotive. Indicati (secondo qualcuno in maniera immeritata) come i principali fattori di inquinamento, tramite le emissioni di CO2 e, quindi, di riscaldamento globale.

Da mesi, infatti, viene individuato nel 2035 il termine ultimo per lo stop alla vendita di auto a benzina e diesel. La Commissione Europea non molla la sua linea contenuta nel pacchetto di riforme climatiche “Fit for 55”.

Un termine ultimo che, vista l’inflessibilità dell’Unione Europea, molti importanti brand del settore automobilistico stanno già anticipando con produzioni autonome. Ma non si tratta dell’unica “imposizione” che arriva da Bruxelles. Ecco di cosa dovranno essere dotate, da oggi, le autovetture.

Il limitatore di velocità

Tutte le auto di nuova omologazione nell’Unione Europea dovranno presto essere dotate di quello che viene definito “limitatore di velocità”. Un provvedimento che si inquadra nelle politiche di sicurezza generali varate. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.

Limitatore di velocità (web source) 6.7.2022 direttanews
Limitatore di velocità (web source)

L’Unione Europea ha imposto un nuovo obbligo per tutte le vetture in produzione, un sistema che dovrà intanto essere presente di serie su tutte le auto di nuova omologazione a partire dal 6 luglio, e obbligatorio dal 2024. Un dispositivo che serve per limitare la velocità. 

Le nuove auto, quindi, dovranno essere dotate di ISA, acronimo che indica ‘Intelligent Speed Assistance e usa una combinazione di dati del GPS, del sistema di frenata d’emergenza del veicolo e delle telecamere per il riconoscimento dei segnali stradali.

Qualora si superi il limite consentito, il dispositivo inizierà ad avvertire con un segnale acustico. Al momento, è prevista la possibilità di disattivare l’ISA, ma l’Europa sta pensando a un sistema obbligatorio e, quindi, non disattivabile.

Tutte le nuove macchine che saranno omologate a partire dal 6 luglio 2022. Sarà possibile adeguarsi alla nuova dotazione entro e non oltre il 7 luglio del 2024. Per tutti i veicoli già in circolazione non è previsto alcun adeguamento.