Guillermo Mariotto, “La mia Bimba mi ha insegnato l’amore” | Il dolce racconto del giudice di Ballando

Il suo racconto, oltre che essere molto tenero e toccante, è pregno di spiritualità: un sogno che gli ha cambiato la vita

Stilista che ha lavorato per brand importantissimi, ma che noi abbiamo imparato a conoscere meglio grazie alla sua costante partecipazione al fortunato format “Ballando con le stelle”. Nato a Caracas da madre venezuelana e padre italiano, Guillermo Mariotto vive da molti decenni a Roma. Il racconto che vi proponiamo oggi è di una tenerezza infinita.

Guillermo Mariotto (web source) 11.7.2022 direttanews
Guillermo Mariotto (web source)

Oggi 56enne, debutta nello spettacolo a soli 17 anni, nel 1983, come scenografo teatrale ne Gl’innamorati di Carlo Goldoni, per la compagnia “I Commedianti Italiani”, diretti da Antonio Pierfederici, regista e attore, presso il teatro del Vittoriale, a Gardone Riviera, nell’ultima dimora di Gabriele D’Annunzio.

Più tardi, consegue la laurea presso il California College of Arts and Craft di San Francisco. Per approfondire e meglio conoscere l’arte e il design, Mariotto intraprende un viaggio in Europa: Parigi, Londra, Milano. Proprio a Milano è il suo incontro con il mondo delle passerelle. Lì entra a contatto con stilisti del calibro di Basile, Krizia e Dolce e Gabbana. 

Ma la svolta avviene a Roma, nel 1988, quando incontra Raniero Gattinoni, in quel periodo impegnato nel rilancio del marchio fondato nel 1946. E Guillermo sarà una parte fondamentale della rinascita della griffe. Grazie ai suoi contatti, Guillermo riesce a portare Gattinoni sul corpo di star come Raffaella Carrà e Beyoncé. Nel 2020 ha ricevuto dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella l’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine della Stella d’Italia per il suo lavoro di ambasciatore della moda italiana nel mondo

I suoi successi fanno innalzare sempre di più la sua celebrità. Nel 2011 interpreta se stesso nel cinepanettone di Neri Parenti, “Vacanze di Natale a Cortina”. Dal 2005, invece, è nel cast fisso di “Ballando con le stelle”, la fortunata trasmissione ideata e condotta da Milly Carlucci.

Il tenero racconto di Guillermo Mariotto

Il bagaglio di Guillermo Mariotto, acquisito dal suo mondo d’origine, il design, incontra una griffe di antica tradizione sartoriale: la tecnologia si unisce alla moda. Oltre all’immagine e allo stile, le collezioni puntano anche alla sfera emotiva e spirituale. Sì perché Guillermo Mariotto nel 2007 fa outing, ma ribadisce la propria grande fede cattolica.

E, infatti, il suo racconto, oltre che essere molto tenero e toccante, è pregno di spiritualità. La protagonista di tale racconto è la sua bellissima cagnolina Bimba. Nel corso dell’intervista, Mariotto ha raccontato di non aver mai avuto, né voluto, un cane, per via dei suoi continui spostamenti di lavoro, che gliel’avrebbero fatto trascurare.

Guillermo Mariotto con Bimba (web source) 11.7.2022 direttanews
Guillermo Mariotto con Bimba (web source)

Ma qualcosa di molto spirituale cambia tutto: “Una mattina mi son sognato un cane che guardava a sinistra, luccicava, era bellissima, mi avvicino per vedere quello che guardava e nei suoi occhi ho visto tre persone e una voce che mi diceva che negli occhi si rifletteranno coloro che mi saranno fedeli, mi son svegliato di botto sono sceso dal letto, sono salito sul divano, ho chiamato l’allevamento e ho detto che sarei andato a prendere un cane”.

Da quel momento, inizia la lunga “storia d’amore” con Bimba: “Se c’è una cosa che mi ha insegnato Bimba è l’amore, lei ce l’ha per me a tutte le ore e non puoi che ripagarla con l’amore”.