Il ministero della salute richiama un altro prodotto | L’allarme è alto soprattutto per chi soffre di allergie

Il richiamo è scattato dopo il reclamo da parte di un consumatore. Ecco i motivi della decisione presa dal Ministero

Il Ministero della Salute ha proprio in questi giorni richiamato un altro prodotto alimentare per i rischi che potrebbe portare su chi lo avrebbe consumato. Si tratta di un alimento molto usato soprattutto dagli sportivi. Ecco i motivi del ritiro.

Ministero della salute (web source) 11.7.2022 direttanews
Ministero della salute (web source)

Nelle ultime settimane si stanno susseguendo questi provvedimenti da parte del Ministero. Per questo, anche per evitare il rischio psicosi, vi suggeriamo di credere solo alle informazioni qualificate. Sono autentici e assolvono agli obblighi di informazione ai consumatori soltanto i richiami e loro revoche pubblicati nel portale del Ministero della Salute. Il Ministero della salute non è responsabile di avvisi non pubblicati nel portale e di eventuali manipolazioni o falsi diffusi on line, per i quali si riserva denuncia all’autorità giudiziaria.

Gli operatori del settore alimentare (OSA) hanno l’obbligo di informare i propri clienti sulla non conformità riscontrata negli alimenti da essi posti in commercio e a ritirare il prodotto dal mercato. In aggiunta al ritiro, qualora il prodotto fosse già stato venduto al consumatore, l’OSA deve inoltre provvedere al richiamo cioè deve informare i consumatori sui prodotti a rischio, anche mediante cartellonistica da apporre nei punti vendita, e a pubblicare il richiamo nella specifica area del portale del Ministero della Salute.

La pubblicazione del richiamo nel portale internet del Ministero è a cura della Regione competente per territorio, che lo riceve direttamente dall’OSA, previa valutazione della ASl. Oltre ai richiami di prodotti alimentari, sono pubblicate on line anche le revoche dei richiami successivi a risultati di analisi favorevoli, scadenza o per altri motivi.

Il ritiro dal commercio

Nel dettaglio, proprio negli ultimi giorni, il Ministero della Salute ha ritirato una barretta energetica molto utilizzata soprattutto tra gli sportivi. Il richiamo è dovuto al rischio per la presenza di allergeni. Il richiamo è dovuto alla possibile presenza dell’allergene “uova” che però non è dichiarato in etichetta.

Barretta proteica (web source) 11.7.2022 direttanews
Barretta proteica (web source)

Il richiamo è scattato dopo il reclamo da parte di un consumatore, che ha segnalato la presenza di due barrette gusto agrumi all’interno di una confezione di barrette gusto mandorla e vaniglia. L’allergene è presente in minime quantità, inferiori allo 0,1%, e solo nel prodotto al gusto agrumi.

Si tratta dei prodotti con il numero di lotto G221666A e il termine minimo di conservazione (Tmc) 23/09/2022. A essere ritirata è la barretta proteica arricchita con vitamine – gusto mandorla e vaniglia del marchio Herbalife Nutrition. Le barrette soggette al richiamo sono vendute in scatole da 490 grammi contenenti 14 pezzi da 35 grammi ciascuno.

Le confezioni in questione sono state prodotte per Herbalife Italia Spa da Gustav Berning GmbH & Co. KG nello stabilimento di Alte Heerstrasse 1, a Georgsmarienhutte, in Germania (marchio di identificazione DE117584582).