Legge 104, gli italiani stavano aspettando proprio questo: la svolta annunciata dall’INPS

La tutela dei cittadini italiani è sempre stata molto importante. Non sempre è scontato riuscire a renderla realtà, ma in questo caso possiamo dire che molte persone potranno essere positive in vista del futuro.

Il lavoro è una cosa decisamente seria, così come la tutela dei lavoratori. Un gruppo di persone stravolte, così come tante altre, dall’approdo del Covid nelle loro vite. Ciò ha indotto le istituzioni, dal 2020 in poi, a dover lavorare e riformulare le esigenze di tutti.

Legge 104 (Web source) 14 luglio 2022 direttanews.it
Legge 104 (Web source)

In special modo, quelle delle persone che vanno tutelate maggiormente. Ovvero chi non può presenziare nel luogo di lavoro ma viene pagato ugualmente. Lavoratori ricoverati in ospedale, quelli che hanno diritto di lavorare in maniera più semplice e chi riceve sorveglianza sanitaria eccezionale da parte dei medici.

Sono alcune delle tutele introdotte a favore dei lavoratori più fragili post Covid. Purtroppo, però, non tutte le patologie vengono difese al solito modo. Ma quali sono?

Legge 104, lavoratori tutelati: le patologie in evidenza

Secondo il decreto ministeriale del 4 febbraio 2022 sono considerati fragili lavoratori quelli che presentano: una marcata compromissione della risposta immunitaria dopo aver subito un trapianto di organo o che sono in attesa dello stesso.

Oppure, a causa di una patologia oncologica o onco-ematologica; ma anche per immunodeficienze primitive, per immunodeficienze secondarie, per dialisi e insufficienza renale cronica grave.

E non è tutto, perché sono considerati fragili pure quei pazienti che presentano tre o più di alcune condizioni patologiche non affatto trascurabili. Parliamo della cardiopatia ischemica, la fibrillazione atriale, lo scompenso cardiaco, ictus, diabete, bronco-pneumopatia ostruttiva cronica, epatite cronica e obesità.

Per quanto riguarda i soggetti esenti dalla vaccinazione anti-Covid, ci devono essere almeno una delle seguenti condizioni: età superiore ai sessant’anni, e presenza di una patologia accertata dal minstero della salute dell’8 ottobre 2021.

Legge 104 (Web source) 14 luglio 2022 direttanews.it
Legge 104, tutte le novità per i lavoratori più fragili (Web source)

A riguardo, comunque, c’è stato un chiarimento pure dell’INPS. Un messaggio quindi davvero molto importante, dato che parliamo di persone che si trovano in condizioni complicate e che quindi non possono e tantomeno devono essere ignorate.

Un chiarimento peraltro molto atteso, visto che si era creata una sorta di confusione tra i vari decreti emanati nel periodo dell’emergenza sanitaria.

Decreti che individuano le patologie e i requisiti affinché un lavoratore possa essere considerato fragile e avere accesso a benefici pari a 3,7 milioni di euro.

Una somma importante che sicuramente a moltissimi cittadini italiani farà a dir poco bene rendendogli la vita e il lavoro decisamente più semplice. Il che, considerando quanto accaduto nei mesi successivi al Coronavirus, non è affatto un fattore scontato.