Giorgio Panariello spaventato per la crisi italiana | Ecco come lui sta prendendo provvedimenti

Nonostante i grandi successi, il comico toscano sembra intenzionato a voltare pagina in vista del prossimo inverno

Giorgio Panariello (foto web)
Giorgio Panariello (foto web)

Da anni, ormai, si è guadagnato la stima e l’apprezzamento di una vasta platea del pubblico italiano. Con la sua simpatia, la sua comicità, la sua arte. E’ davvero entrato nelle case degli italiani, con i suoi spettacoli e con i suoi show. Ora però Giorgio Panariello guarda al futuro. E sembra intenzionato a buttarsi in business che non è quello dello spettacolo…

Oggi 61enne, Giorgio Panariello è esponente di quella comicità toscana che, negli ultimi anni, ha fatto tanto, tantissimo successo. Attore, conduttore televisivo e showman. Un artista poliedrico che negli anni è entrato pienamente nelle case degli italiani.

Panariello ha condotto diversi programmi di successo. Ricordiamo, tra gli altri, “Torno Sabato”. Nel suo carnet, diversi personaggi, nonché imitazioni. La più riuscita, probabilmente quella di Renato Zero. Nel 2006 è stato anche direttore artistico, oltre che conduttore del Festival di Sanremo.

Come detto, Panariello fa parte di quella scuola toscana che ha sfornato diversi personaggi televisivi e cinematografici: Carlo Conti e Leonardo Pieraccioni, su tutti.

Carlo Conti, in vacanza a Vibo Valentia, in Calabria nel 1986, incontra Panariello mentre imita Renato Zero e così lo presenta nel suo programma Succo d’arancia, dove esordisce anche Leonardo Pieraccioni.

I tre formano così un trio comico, che in Toscana riscuote grande successo nei teatri, in uno spettacolo chiamato “Fratelli d’Italia”. Oltre a Renato Zero, tra i personaggi maggiormente riusciti di Giorgio Panariello, ricordiamo “Mario il bagnino”, “Lello Splendor”, “Sirvano” e “Naomo”, quest’ultimo parodia di Flavio Briatore.

“Buttali via…”

Insomma, un artista poliedrico, Giorgio Panariello. Che ha all’attivo anche diversi film. Alcuni diretti da lui, come “Bagnomaria” e “Al momento giusto”, altri interpretati. Tra questi ricordiamo: “Ti amo in tutte le lingue del mondo” e “Un fantastico via vai”, di Leonardo Pieraccioni. Ma anche “SMS – Sotto mentite spoglie”, “…e fuori nevica” e “No problem”, di Vincenzo Salemme.

Nonostante questi grandi successi, il comico toscano sembra intenzionato a voltare pagina in vista del prossimo inverno. In uno degli ultimi video pubblicati tramite il proprio profilo ufficiale Instagra, Panariello è infatti circondato da accendini.

Avete capito benissimo, accendini. E che ci fa con tutti quegli accendini? E’ lui stesso a spiegarlo. “Ma che buttali via…” dice, con il suo accento toscano toscana. Con quanto costerà il gas (se ve ne sarà…) il comico sta seriamente pensando di vendere i suoi più o meno vecchi accendini a vicini di casa e cittadini. Mica male come idea…