William e Kate travolti dalle critiche: “Una terza casa quando le famiglie sono sul lastrico” | Quanto costerà ai contribuenti

William e Kate nella bufera dopo l’annuncio dell’imminente trasferimento a Windsor nella terza casa di proprietà

I sudditi inglesi non hanno preso bene il trasferimento del Principe William e Late Middleton a Windsor. I duchi di Cambridge sono pronti a lasciare Kensington Palace alla volta del più modesto Adelaide Cottage a pochi passi dalla Regina.

Ma la scelta, sebbene ispirata dalla voglia di normalità e maggiore privacy per la famiglia, ha scatenato una grande polemica nel Regno Unito. l’Adelaide Cottage si trova all’interno di un complesso residenziale privato ed esclusivo, consta di quattro camere da letto e all’interno di un edificio molto rustico e non così sfarzoso.

Ma questa parvenza di semplicità non è bastata a placare le ire del popolo e dei detrattori che hanno accusato i Royals di inneggiare allo spreco, dato che il cottage in realtà è la loro terza casa. I Duchi manterranno come residenza ufficiale, per motivi di lavoro, Kensington Palace (composto da 20 stanze) e resteranno i legittimi proprietari di Anmer Hall, nei pressi di Sandringham.

Le voci contro William e Kate

William e Kate sono nella bufera. Gli amatissimi Duchi di Cambridge sembrano averla combinata grossa questa volta e non per un motivo banale. A scagliarsi contro la coppia è Graham Smith, esponente di Republic, un gruppo di pressione che chiede da tempo l’abrogazione della monarchia e l’elezione diretta del capo dello Stato da parte dei cittadini.

In una recente intervista Smith ha dichiarato: ”La loro decisione è una sciagura, in tempi in cui le famiglie normali sono sul lastrico per il caro vita. Una famiglia media britannica deve affrontare il costo sempre più alto delle bollette e dei beni primari. Tutte queste case della famiglia reale costano tantissimo in termini di riscaldamento, sicurezza e staff. A gestirle è Crown Estate, che è comunque un’azienda statale, pagata da tutti i contribuenti”.

 I reali vivono fuori dal mondo reale

Il trasferimento di William e Kate non è stato solo criticato dai detrattori ma anche da  Peter Hunt, opinionista ed ex inviato reale della BBC che ha dichiarato: “Piaccia o no, una terza casa ai duchi di Cambridge mostra che i reali non soffrono il costo della crisi e una recessione sempre più incombente allo stesso modo delle comuni famiglie britanniche”.

In difesa dei duchi si è espresso Joe Little, giornalista esperto della famiglia reale che ha dato alla vicenda una diversa lettura: “Spostarsi ad Adelaide Cottage garantirà più riservatezza a William e Kate e permetterà di risparmiare sulla scorta e sull’impiego di uomini e mezzi a protezione della famiglia”.