Cancro al colon, attenzione a questi segnali del corpo: sono comuni, ma assolutamente da non sottovalutare

Il cancro al colon è una delle neoplasie più diffuse nell’occidente. Tuttavia questo male si può riconoscere ed evitare non sottovalutando i segnali che ci manda il nostro organismo.

Cancro al colon (fonte web)
Cancro al colon (fonte web)

Per mezzo della proliferazione non dominata delle cellule della mucosa situati nel colon, viene a manifestarsi il tumore del colon. Di questo specifico cancro, lo si può dividere in tumore del colon e tumore del retto -che prende piega nell’ultima parte dell’intestino-.

Dopo il tumore al seno, questo tipo di tumore colpisce con più alta frequenza nell’Occidente nelle persone dopo i 50 anni di età. Ma al momento sta colpendo anche il giovane adulto.

I sintomi del cancro al colon

Tuttavia si possono riconoscere sintomi comuni nel momento in cui una persona si sta ammalando della malattia, come:

  • perdita di peso incontrollata, non dovuta all’alimentazione che si sta seguendo abitudinariamente;
  • costipazione o diarrea che si prolungano anche per settimane
  • sensazione di svuotamento incompleto dopo l’evacuazione
  • dolore focalizzato all’addome o all’ano

Oltre a questi sintomi molto comuni, vi sono segnali più rari come: 

  • presenza di sangue (di colore rosso chiaro oppure scuro) nelle feci.
  • continua sensazione di stanchezza e spossatezza cronica. Perché accade ciò? Questo sintomo si può riscontrare nei casi in cui il cancro al colon provochi sanguinamento che, a sua volta, può causare anemia.
  • ostruzione intestinale, che si manifesta con frequente sensazione di nausea, vomito, costipazione e sensazione di pienezza.

Una dieta ricca di vegetali può ridurre il rischio di contrarre il tumore. Chi invece mangia abitudinariamente carne rossa, è più incline al tumore.

E’ molto utile recarsi dal proprio medico di base. Spiegando i propri sintomi, il medico vi consiglierà uno screening che potrà identificare la possibile malattia. Se verrà riconosciuto il cancro al colon, si potrà procedere con l’operazione. Una volta ultimata l’operazione, non ci sarà bisogno ripetere la procedura dopo 10, 15 anni.

I dati di diffusione del tumore al colon

Venendo a conoscenza delle stime GLOBOCAN 2020 fornite dall’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (IARC), questo tumore comprende il 10 per cento di tutti i tumori diagnosticanti nel mondo. Per quanto riguarda l’Italia, all’anno vengono registrati più di 43.700 casi, di cui 20.282 nelle donne e 23.420 negli uomini.

Tumore al colon (fonte web)
Tumore al colon (fonte web)

E’ stato proprio grazie allo screening che il tumore al colon sta avendo una diminuzione sia nei pazienti maschi che nelle donne. Lo screening però copre solo i pazienti con più di 50 anni, che porta a una complicanza per l’aumento dei malati dei giovani pazienti. Di fatto, stanno ancora proseguendo le ricerche ai pazienti giovani che si ammalano di cancro al colon, tuttavia il dato incoraggiante è che il tasso di mortalità sta diminuendo sensibilmente.