Cassano, l’attacco a Ronaldo è durissimo | “Sei sempre il secondo”

L’eterna diatriba fra Cassano e Ronaldo non si accenna a spegnere. In Tv il barese ha usato parole dure nei confronti del portoghese che sicuramente avranno colpito nel segno. “Sei sempre il secondo”.

Va ormai avanti da moltissimo tempo la lotta fra Cassano e Ronaldo. Il barese, non si è mai nascosto dietro un dito e quando c’è stato da attaccare il campione portoghese ha usato parole dirette e durissime.

Antonio Cassano e Cristiano Ronaldo (fonte web)
Antonio Cassano e Cristiano Ronaldo (fonte web)

Cassano e Ronaldo, una “lotta” continua

L’impatto mediatico è stato grandissimo e per questo il campione ha deciso di contattare direttamente l’ex attaccante Cassano per chiarire la situazione. Ha preteso delle scuse pubbliche poiché dice di meritare più rispetto. Cassano, infatti, ha sempre dichiarato di apprezzare il gioco di Ronaldo, ma di considerarlo sempre inferiore a quello Leo Messi.

Ha voluto, inoltre precisare che, secondo il suo parere, Messi gioca un altro calcio e con questo intende dire che si trova su un livello nettamente superiore. Il barese, d’altronde, non è nuovo a certe sceneggiate… “Cosa vuoi che mi dovesse rispondere? Se non mi piace è un problema?“

Cassano, ora, ospite da Alessandro Cattelan, nel suo Stasera c’è Cattelan, ha riacceso la discussione. Il conduttore, con i migliori intenti, ha spinto l’attaccante a mandare un messaggio di pace al suo eterno rivale. Cassano, ovviamente, non ha perso l’occasione e con questo video ha stupito tutti. “sei carico? Bene! Sei fortissimo, ma per me se l’eterno secondo.“

“Assomigli a Toto Cutugno”

Queste le dichiarazioni che terminano addirittura con un confronto a Toto Cutugno. Anche lui, a detta di Cassano, è l’eterno secondo e con questa frase allude alle innumerevoli volte nelle quali il cantante si è piazzato secondo al festival di Sanremo.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Alessandro Cattelan (@alecattelan)

Un messaggio che voleva essere di pace, ma che evidentemente si conclude con un nulla di fatto, anzi siamo certi che con queste parole, Antonio abbia peggiorato di molto la situazione.

D’altronde, Ronaldo, non è sicuramente dell’umore giusto in questo periodo soprattutto per la crisi sportiva che sta attraversando. Si avvicina inesorabilmente ai quarant’anni e il campione portoghese non vuole accettare il fatto che gli rimanga poco tempo per scrivere la storia del calcio.

Il barese ha concluso raccontando dei moltissimi messaggi ricevuti dall’addetto stampa di Cr7 con i quali rivendica i suoi successi con orgoglio e fierezza. “io ho segnato più di 750 goal tu ne hai fatti 150 in tutta la carriera”. Una guerra a colpi di frecciatine che è destinata a durare a lungo e che oggi, certamente, si è riaccesa più forte di prima