Scopriamo il nettare secolare che non può mancare sulle nostre tavole-miracoloso e salutare ci dona benessere e felicità

Ci sono cose nella vita a cui non vogliamo rinunciare e tutto ciò che ci dona benessere fisico e mentale è ben gradito… ma sempre tutto, con la giusta misura.

Ma lo sapevate che accompagnare i nostri pasti con una specifica bevanda aiuta il nostro organismo a raggiungere e mantenere un certo effetto benefico? ormai tutti sappiamo dei benefici che può concedere questo nettare secolare, se ne è parlato tante volte e molti studi scientifici sono stati effettuati per provare le sue peculiarità…avrete capito di quale bevanda parliamo.

Il vino e la giusta occasione(Fonte Web)
Il vino e la giusta occasione(Fonte Web)

Il vino rosso, il nettare benefico

…e come per le mele, “un bicchiere di vino rosso al giorno toglie il medico di torno“, questo dicevano le nonne! e non è del tutto sbagliato, con la giusta moderazione, bere del vino rosso, ci aiuta a restare in salute. Vi racconto un po’ del vino.

Il vino è un nettare molto antico, pensate che risale 6000 A.C., ricerche geologiche hanno riportato alla luce cantine del periodo neolitico nella zona del Caucaso. Per quanto riguarda il suo inventore, le fonti sono un po’ diverse, nella Bibbia è raccontato che Noè fu il primo a piantare la prima vigna dopo il diluvio universale ed a scoprire così, per primo il vino. Per i Greci, l’ inventore del vino è stato Dionisio, una volta scoperti i poteri del nettare rosso,lo condivise con il mondo dell’ epoca.

Ma perché questa bevanda si chiama vino? L’ etimologia della parola, secondo Cicerone, deriva dall’ unione di due parole latine: Vir e Vis che rispettivamente significano “uomo e forza”, quindi il significato della parola vino è ” la forza dell’ uomo“; a proposito di questo andiamo a capire quali sono gli effetti miracolosi del nettare rosso che rendono la forza all’uomo.

Benefici del vino rosso

Nel corso del tempo sono state molte le ricerche sul vino rosso per capire e dimostrarne gli effetti benefici nonostante sia una bevanda alcolica. Va prima di tutto sottolineato che in ogni caso, il consumo deve essere moderato anche se la bevanda contiene sostanze benefiche.

Il suo consumo dovrebbe essere associato ad una dieta equilibrata e comunque un buon bicchiere di rosso, dovrebbe essere accompagnato da un buon pasto. Gli effetti di benessere sul nostro organismo possono essere molteplici ma chiaramente non validi per tutti i mali.

Cominciamo col dire che il vino rosso contiene degli antiossidanti: il “resveratrolo”. E’ un prezioso antiossidante che preserva la memoria, contenuto nella buccia dell’uva. con il passare del tempo, si osserva nell’ uomo una diminuzione delle funzioni cerebrali, ma bere un bicchiere di vino rosso al giorno potrebbe rallentare questo processo. Il resveratrolo, dopo i 60 anni, secondo uno studio “Scientific Reports” del 2015, potrebbe  essere efficace nel trattamento dei disturbi della memoria e nei pazienti affetti da Alzheimer.

Resveratrolo nel vino rosso(Fonte Web)
Resveratrolo nel vino rosso(Fonte Web)

Uno studio sulla rivista “Gastroenterology” ha rivelato che le persone che consumano vino rosso rispetto al bianco o ad altre bevande, hanno diversi tipi e quantità di batteri nell’ intestino rispetto a chi non beve rosso, che aiutano le funzioni intestinali, il controllo del peso ed il sistema immunitario.

Il vino rosso che contiene polifenoli, può proteggerci dalle malattie cardiovascolari; bevuto con moderazione, fa si che gli antiossidanti, aumentano l’HDL (colesterolo buono) che aiuta a prevenire la formazione di placche nelle arterie, di conseguenza, attacchi di cuore e ictus.

Uno studio California ci svela che il vino rosso ha proprietà anche contro lo stress, infatti, un enzima scoperto nella buccia dell’ uva, unito al  resveratrolo, favorirebbe una migliore risposta allo stress.

Bevuto, sempre si sottolinea con moderazione, anche se contiene alcool quindi è calorico, il vino rosso attiva un “gene” che previene la formazione di cellule adipose ed aiuta ad eliminare i grassi presenti nel sangue; quindi possiamo dire che, abbinato ad una dieta equilibrata e al movimento fisico, aiuta a tenere sotto controllo il peso.

Un’ altro importante studio scientifico americano, pubblicato sul “Journal of Women’s Health”, ha evidenziato come un gruppo di donne che facevano uso moderato di vino rosso, rispetto a chi non lo consumava, avevano livelli più bassi di estrogeno e valori più alti di testosterone, quindi rischio inferiore di contrarre cancro al seno.

Il vino rosso, fa bene alla pelle! Sempre lui, il resveratrolo, frenerebbe la proliferazione del microorganismo “propionibacterium acnes”, responsabile dell’acne. Inoltre è stato dimostrato che il nettare rosso, grazie ad alcune delle tante sostanze contenute, formerebbe una pellicola sui nostri denti in grado di limitare la formazione della carie.

In Italia, infine, è stato fatto uno studio che indica come le donne italiane, consumatrici moderate di vino rosso e sottoposte a radioterapia, hanno avuto meno effetti collaterali rispetto ai soggetti non consumatori di rosso.

La Donna e il Vino Rosso(Fonte Web)
La Donna e il Vino Rosso(Fonte Web)

Che dire…non possiamo certo paragonare questo nettare a nessuna altra bevanda. Tante frasi, detti e racconti sono stati fatti sul vino rosso così io, vi lascerò dopo la raccomandazione sempre valida di non abusarne mai, con una simpatica citazione di “Eduardo Hughes Galeano”: “Siamo tutti immortali, fino al primo bacio e al secondo bicchiere di vino.