Mons. Babini: “Ebrei? Il furore nazista si scatenò per i loro eccessi”

Monsignor Giacomo Babini

Monsignor Giacomo Babini, in un’intervista al quotidiano on line www.pontifex.roma.it, ha affermato che la Shoah è stata sicuramente un crimine. Il Vescovo emerito di Grosseto, tuttavia, tende una mano agli artefici del genocidio, indicando come furono gli stessi ebrei a pronunciare il famoso “crucifige” di fronte alla possibilità di salvare il Cristo, assumendo così il ruolo di “deicidi”. Il prelato sentenzia infatti: “Il furore nazista si scatenò per i loro eccessi. La loro colpa fu tanto grave che Cristo – continua Mons. Babinipremonizzo’ quello che sarebbe accaduto loro con il ‘non piangete su di me, ma sui vostri figli”.

In serata giunge la smentita, direttamente da una nota del Vescovo: “Mi si attribuiscono – chiarisce il monsignore – dichiarazioni sui fratelli ebrei da me mai pronunciate: preciso che in alcun modo ho espresso simili valutazioni e giudizi da cui prendo nettamente le distanze“. “Rinnovo ai nostri fratelli maggiori nella fede – conclude Babini – fraterna stima e piena vicinanza, in sintonia con il Magistero della Chiesa riaffermato dal Concilio in poi.”

Emiliano Tarquini