Osservatorio sulla criminalità a Napoli: aumenta la vendita di droga

Spaccio di sostanze stupefacenti, estorsioni e lesioni in forte aumento, scippi e rapine in netto calo. Sono questi i dati che emergono dall’analisi fatta dall’Osservatorio sulla criminalita’ a Napoli, creato da due associazioni civiche, sulla base delle denunce e dell’attivita’ delle forze dell’ordine relative all’anno 2009. Rispetto ai dodici mesi precedenti, lo spaccio in citta’ e’ aumentato del 30%, le lesioni del 70%. L’estorsione, dal 2007, e’ invece cresciuta del 300%. Tra i reati in diminuzione c’e’ lo scippo che, rispetto a 24 mesi fa, e’ calato del 90%. Nelle zone “bene” della citta’ spiccano i dati relativi alla prima e alla quinta municipalita’, dove le lesioni sono aumentate rispettivamente del 70% e del 180%, gli scippi sono diminuiti del 55% e dell’80%; Chiaia-Posillipo ha visto crescere le estorsioni (+70%) e i furti (+75%), mentre il quartiere del Vomero ha registrato un +200% nella ricettazione. L’unica municipalita’ dove lo spaccio di sostanze stupefacenti e’ in calo e’ la quarta (San Lorenzo-Vicaria-Poggioreale-zona industriale), mentre questo tipo di reato e’ il dominatore incontrastato delle attivita’ illegali a Scampia, dove e’ cresciuto del 310% e rappresenta l’81% dei reati che si commettono in zona. La terza municipalita’ (Stella- San Carlo all’Arena) e’ il regno della ricettazione (+350%), seguita da Soccavo-Pianura che ha registrato un +250% nello stesso tipo di reato. La contraffazione e’ cresciuta a Ponticelli, Barra, San Giovanni (+250%), a Secondigliano (+200%) e nella zona del porto (+120%). La sesta municipalita’ e’ anche il luogo dove le estorsioni sono aumentate del 310% rispetto ai dodici mesi precedenti, mentre rapine e scippi sono calati rispettivamente del 50% e del 70%.

Aduc