Mondiali di calcio 2010 : compensi milionari ai calciatori

Le polemiche di Roberto Calderoli sui compensi troppo elevati e spropositati in particolare quelli promessi dalla Figc per i mondiali di calcio 2010, riguardano tutte le federazioni e non solo quella italiana. La crisi economica attuale coinvolge molti ma non scoraggia manager e dirigenti sportivi, che, in caso di vittoria della Coppa del Mondo, hanno promesso compensi milionari . La nazionale USA: circa 20 milioni di dollari in totale, per un procapite di 750 mila euro per ciascun giocatore. Spagna: piena recessione e tasso di disoccupazione pari al 19%, ma i giocatori, riceveranno  550 mila euro. Al Brasile, invece, sono stati un po’ più severi… solo 300 mila euro a testa, mentre per gli inglesi di Capello andranno 450 mila euro.  Premi a round per i giocatori francesi: 70 mila se superano la fase a gironi, altri 70 mila euro per i quarti, 100 mila per la semifinale e altri 100 mila se arriveranno alla finale. Più un incentivo di 50 mila euro in caso di vittoria. Queste cifre sono completamente fuori luogo ed inopportune dato che normalmente, i calciatori  percepiscono compensi stellari dai club che rappresentano ogni anno. Un lavoro forse troppo sopravvalutato?  Agli azzurri son stati promessi circa 240 mila euro ciascuno. Non c’è da sorprendersi che Cannavaro e compagni, sono insorti di fronte alle polemiche di Calderoli: son abituati troppo bene questi calciatori, se almeno rendessero per quello che vengono pagati, forse il popolo italiano non si sentirebbe sbeffeggiato da tal spreco di denaro.

Gioia Tagliente