CALCIOMERCATO / Milan, il club rossonero vuole aggiustare la difesa. Ecco i nomi: Luiz e Rami

CALCIOMERCATO MILAN – 6 ottobre – C’è ancora il vuoto dietro a Ne­sta e Thiago Silva. La stagione è appena co­minciata, ma i fatti sono lì a dimostrarlo: non esiste una vera alternativa alla coppia di centrali rossoneri. Il duo italo-brasiliano è a livelli di eccellenza assoluta, ma nella rosa milanista sembra non esserci nessuno che possa sostituirli: nemmeno per una so­la partita. Eppure le operazioni effettuate nel corso dell’ultimo mercato avrebbero do­vuto offrire qualche garanzia in questo sen­so. E’ stato il campo, invece, a dire il contra­rio. L’emblema di questa situazione è Papa­stathopoulos. Preso per fare il terzino, il greco è stato subito promosso a vice-Nesta dallo stesso Allegri. Ma, a Cesena, seconda gara di campionato, nel suo debutto in rossonero proprio da cen­trale, l’ex-genoano ha clamo­rosamente fallito e ha deluso talmente il tecnico da finire subito fuori dalle rotazioni: nemmeno più un minuto in campo, ma solo 3 tribune (compresa l’ultima a Parma) e 3 panchine. Per Yepes, in­vece, non c’è stata nemmeno la prova del campo, visto che Allegri non gli ha mai dato spazio. Risultato: il colombiano è andato 5 volte in pan­china e 3 in tribuna. In real­tà la vera alternativa ai due titolari poteva essere Bonera, ma continua ad avere problemi fisici. Così, dopo le prime 4 uscite da titolare (solo una da centrale, le altre da terzino) neanche lui ha più visto il campo. Addirittura superfluo considerare nel discorso Onyewu, che non è mai stato nemmeno convocato ed è rimasto fuori dal­la lista Champions. Probabile che, a questo punto, venga ceduto a gennaio.

RAMI SI OFFRE – E a proposito del mercato in­vernale, è inevitabile che il Milan stia valu­tando attentamente se intervenire sulla di­fesa, aggiungendo un altro centrale. Tra i nomi caldi c’è quello di Adil Rami del Lille, monitorato da almeno un paio di stagioni. Venticinque anni da compiere il prossimo27 dicembre e contratto in scadenza nel giu­gno 2012, colosso di 190 centimetri per 90 chili, il difensore francese, ma di origini ma­rocchine, è diventato una delle prime scel­te del neo-ct transalpino Blanc. Per il suo fu­turo, però, ha espresso, anche recentemen­te, una precisa preferenza:«Ho un buon pe­digree e sono a fine contratto. Voglio lascia­re il club per migliorare ancora, giocando al fianco di grandi calciatori. Dove andrò? Ho sempre ammirato Nesta, che reputo il mio modello ed è vero che il Milan sarebbe un sogno per me». Il Lille, però, chiede almeno 9 milioni di euro, mentre il club rossonero non intende spenderne più di 5-6.
 
SOLUZIONE DOPPIA – Ragion per cui vengono tenute in considerazioni an­che alternative low-cost, so­luzioni tampone per poi par­tire all’assalto del vero og­getto dei desideri di via Tu­rati. Ma solo per la prossima stagione. Di chi si tratta? Di David Luiz, difensore brasi­liano, tesserato per il Benfi­ca. Con il nuovo corso, tar­gato Mano Menezes, peral­tro, è diventato titolare della Seleçao, giusto al fianco di Thiago Silva. Per lui garanti­sce Rui Costa, dirigente del club portoghese. Ma l’ex­rossonero non ha nessuna intenzione di concedere sconti e parte da una valuta­zione di una ventina di milioni di euro. Lo­gico che un investimento di tale portata, in casa rossonera, possa essere preso in con­siderazione solo per l’estate 2011, magari sull’onda dell’entusiasmo di un’annata chiu­sa con qualcosa da sistemare nuovamente in bacheca. Se la decisione sarà quella di puntare su David Luiz, allora per gennaio si cercherà un elemento di sostanza più che di grande nome. Così, alla luce degli ottimi rapporti con il Genoa, l’idea giusta potreb­be essere quella di portare in rossonero Emiliano Moretti, che ultimamente sta tro­vando poco spazio, ma che avrebbe espe­rienza a sufficienza per non sfigurare quan­do chiamato in causa nelle situazioni di emergenza

Fonte: Corrieredellosport.it