Scandalo intercettazioni in Gran Bretagna, spiato anche Brown. Cameron: “E’ spaventoso”

Gordon Brown

GRAN BRETAGNA: INTERCETTATO ANCHE BROWN – In Gran Bretagna non si placa la tempesta scatenata dallo scandalo delle intercettazioni illegali effettuate dal tabloid News of the World di Rupert Murdoch. In questi giorni sono emersi vari dettagli relativi alla vicenda: è emerso che ad essere intercettati non sono stati solo personaggi celebri ma che sarebbero stati messi sotto controllo anche i telefoni delle vittime degli attentati realizzati da Al Qaeda a Londra nel 2005 e dei parenti dei militari inglesi caduti in Iraq e in Afghanistan.

In queste ore, inoltre, si è appreso che tra gli intercettati c’era anche Gordon Brown, ex primo ministro britannico, che è stato spiato per anni. Nel 2006 Brown ha ricevuto una telefonata da Rebekah Brooks, ora direttrice del News of the World e all’epoca a capo del Sun, che gli ha comunicato di essere al corrente della malattia del figlio e che sarebbe uscito un articolo sulla vicenda: i coniugi Brown avevano saputo da poco che il loro bambino era malato di fibrosi cistica e alla notizia che il fatto sarebbe finito sui giornali l’ex primo ministro perse il controllo. “Ero in lacrime  – confessa alla Bbc – Mio figlio stava per finire su tutti i media. Io e Sarah eravamo sconvolti, pensavano al suo futuro”. Il premier britannico David Cameron ha manifestato la sua solidarietà alla famiglia del suo predecessore, definendo l’accaduto come una “spaventosa invasione della privacy”. Cameron ha spiegato di essere vicino alla famiglia, spiegando di poter capire i loro sentimenti, visto che a sua volta ha perso un figlio due anni fa.

Redazione online