Susanna Camusso annuncia una manifestazione di Cgil, Cisl e Uil sulle pensioni

Susanna Camusso (Getty Images)

CAMUSSO: MANIFESTAZIONE CGIL, CILS E UIL – La leader della Cgil, Susanna Camusso, ha annunciato oggi che il 13 aprile a Roma si svolgerà una manifestazione nazionale unitaria di Cgil, Cisl e Uilsugli effetti disastrosi sulle pensioni, dagli esodati alle ricongiunzioni onerose“. Lo ha scritto la Camusso su Twitter.

Gli esodati sono quei lavoratori che sono stati incentivati a lasciare il lavoro con l’obiettivo di poter arrivare alla pensione nel giro di pochi anni, ricevendo nel frattempo una quota di reddito per poter vivere. Ora, per effetto della riforma delle pensioni, varata lo scorso dicembre dal governo con il decreto “Salva Italia”, queste persone rischiano concretamente di finire in mezzo ad una strada, perché l’innalzamento dell’età minima pensionabile a 66-67 anni li lascerà di fatto privi di reddito. Gli accordi per l’uscita dal mondo del lavoro erano infatti stati presi prima della riforma del governo Monti e in base alle vecchie norme pensionistiche. Il numero di questi lavoratori non è ancora ben definito, si parla di una cifra che oscilla tra i 100 e 350mila. Il governo con il “Salva Italia” aveva previsto delle eccezioni e stanziato delle risorse, ma sembra molto probabile che non saranno sufficienti. Pertanto la situazione si profila veramente drammatica.

Ma i problemi che stanno attanagliando l’Italia riguardano tutto il mondo del lavoro. “Le tensioni sociali sono già evidenti”, ha denunciato Susanna Camusso. “Da giorni il nostro Paese è attraversato da scioperi e mobilitazioni”, “ci sono scioperi in tutti i luoghi di lavoro, continueranno a esserci e a essere programmati. I lavoratori sono giustamente preoccupati che in una stagione così difficile invece di preoccuparsi di fisco, crescita e creazione di occupazione si cerca di licenziare più facilmente“, ha affermato la leader della Cgil.

Redazione

Con direttanews.it sei sempre al centro delle notizie, clicca QUI e diventa fan