Le Pen contro Merkel: “Apre le porte ai migranti perché recluta nuovi schiavi”

Merkel Le Pen
(TOBIAS SCHWARZ/AFP/Getty Images)

La Germania ha annunciato uno stanziamento record di 6 miliardi di euro per l’accoglienza dei migranti e si prepara a ricevere almeno 30mila profughi secondo il piano di Bruxelles che assegna 70mila richiedenti da spartire tra Berlino, Parigi e Madrid. L’ennesimo segno di apertura ormai totale di Angela Merkel verso l’arrivo dei siriani ha scatenato una serie di polemiche. Mentre in varie parti d’Europa si moltiplicano i gesti di solidarietà nei confronti dei migranti arrivano le dure parole del premier ungherese Orban che ha intimato ad Austria e Germania di interrompere l’accoglienza non prima di aver cacciato il ministro della Difesa Hende per non aver finito in tempo il muro che avrebbe dovuto impedire l’arrivo dei migranti dal confine con la Serbia.

Altrettanto dura Marine Le Pen che ha usato parole molto severe nei confronti di Berlino: “La Germania apre le porte ai migranti perché recluta schiavi per la sua economia. La Germania probabilmente pensa che la sua popolazione sia moribonda e di poter continuare ad abbassare i salari reclutando schiavi attraverso l’immigrazione di massa”. Poi la Le Pen ha spiegato così la sua intransigenza: “Non possiamo accogliere tutti, non abbiamo i mezzi per essere i più generosi del mondo. È tragico che ci siano persone che versano in uno stato di miseria ma non è egoista pensare al tuo popolo quando sei un leader nel tuo Paese. Semmai è la prima missione che ci si deve prefiggere”.

F.B.

Leggi anche:

Londra dice no: “15.000 migranti, non uno in più”

Papa Francesco ai vescovi d’Europa: “Accogliete i migranti”

Perché i Paesi del Golfo non accolgono i profughi siriani?