Aggredito in Romania: muore un imprenditore italiano

Flaviano Pampagnin (Facebook)

Non ce l’ha fatta Flaviano Pampagnin, 63 anni, l’imprenditore di Stra, nel Veneziano, picchiato in Romania dopo un banale incidente automobilistico. La notizia è stata diffusa dalle agenzia di stampa locali e rilanciata poi in Italia. L’uomo, che  da tempo ha aperto una fabbrica nella città rumena, ha avuto un banalissimo e lieve incidente stradale con un’altra auto guidata da un rumeno di 27 anni. Il giovane dopo il contatto tra le due macchine è sceso e si è reso conto che il suo specchietto si era rotto. A quel punto l’imprenditore italiano si è subito addossato tutte le colpe, ma avendo fretta ha lasciato il proprio indirizzo al 27enne dicendogli di recarsi in ufficio da lui il giorno dopo che avrebbero risolto la vicenda.

La contesa sembrava finita così, ma il rumeno aveva altre idee. Una volta ripartiti ha inseguito e poi tagliato la strada al 63enne. E’ sceso dall’auto, ha aperto la portiera dell’italiano e ha iniziato a prenderlo a pugni molto violentemente. L’italiano è riuscito in qualche modo a richiudere lo sportello e a ripartire ma dopo pochi metri ha iniziato a sentirsi male ed è stato colpito da un infarto. L’auto lanciata in corsa senza più una guida è andata a sbattere provocando un altro incidente. Ricoverato all’ospedale di Timisoara, Flaviano Pampagnin purtroppo non ce l’ha fatta.