Dexter al giro di boa

Dexter è senza ombra di dubbio una delle serie TV più controverse della televisione degli ultimi anni. Lo sconquassamento dei canoni classici che vedono come ‘eroe’ un buono prende sempre più il pubblico dell’ematolomo forense della polizia di Miami. Ieri sera è andata in onda su ‘Fox’ la puntata numero sei, intitolata ‘If i had a hammer’, ovvero ‘se avvessi un martello’: Dexter, una volta individuato il ‘villian’ Trinity, indugia ad ucciderlo come da prassi e tenta di stringere un rapporto con lui, per imparare tecniche di sopravvivenza dal serial killer più longevo d’America. Gli ascolti della serie sono costanti, in Italia come all’estero, i telespetattori avranno modo di fare il tifo per l’eroe-assassino seriale per altre sei puntate, con la sicurezza che  lo spettacolo continuerà almeno per un altra stagione, con novità assolute e con un Michael Hall in forma smagliante, finalmente guarito dal tumore che lo aveva attanagliato per un anno abbondante.

Marco Proietti

.