TENTATO OMICIDIO / Genova, 27enne ubriaco accoltella la figlia di 3 anni. Gravi le condizioni della bambina

TENTATO OMICIDIO – Ubriaco ha accoltellato la figlia di tre anni sferrandole due fendenti all’addome: la bimba è stata operata ed è in gravi condizioni, l’uomo, 27enne polacco è stato arrestato per tentato omicidio. La tragedia è avvenuta questa notte intorno alle 2.00 in un appartamento in Valbisagno, Genova. L’uomo – spiega la questura del capoluogo ligure – era ubriaco e in stato confusionale quando è stato arrestato. Il 27enne, era solo in casa con la figlia, la madre, sua convivente, un’italiana, non era nell’appartamento, lavora in un ristorante e a Genova si stava svolgendo la Notte bianca. Secondo la ricostruzione degli agenti il 27enne aveva bevuto molto, ha sferrato due coltellate alla figlia, colpendola all’addome, poi è sceso in strada con la piccola in braccio, semi nudo e urlando frasi sconnesse, ‘Ti ho ucciso, hai le budella di fuori’. Nel frattempo i vicini sentendo le grida e i lamenti della bambina e le urla del padre hanno allertato i soccorsi e la polizia. Così quando il 118 è arrivato sul posto, in strada, il giovane urlando ha letteralmente lanciato al medico che si stava avvicinando la piccola che aveva in braccio. Poi è fuggito. Poco distante è stato bloccato dalle volanti, e il 27enne ha aggredito a calci e pugni gli agenti, ferendo un poliziotto, e danneggiando anche l’auto della polizia. Arrestato con l’accusa di tentato omicidio, violenza e restistenza pubblico ufficiale, dannegiamento, è ora nel carcere Marassi. La bimba è stata operata d’urgenza all’ospedale Gaslini, è in gravi condizioni.

Fonte: Apcom.net