Napolitano lancia un nuovo appello alla coesione: “Il clima politico è troppo teso, serve dialogo”

Giorgio Napolitano

NAPOLITANO: NUOVO APPELLO A COESIONE POLITICA – Nell’arco di questi mesi in cui gli effetti della crisi si sono fatti tanto evidenti da indurre persino il governo guidato da Silvio Berlusconi, che per molto tempo ha negato ogni difficoltà, a riconoscere l’esistenza di grandi problemi economico finanziari in Italia, il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha invitato più volte gli attori del mondo politico alla coesione nazionale.
Il capo dello Stato ha sottolineato in varie occasioni che la strada del dialogo tra forze politiche contrapposte al fine di trovare una piattaforma comune nell’interesse del Paese è una strada da seguire per uscire dalla crisi e lo ha ribadito anche ieri, intervenendo alla commemorazione della morte di Giuseppe Di Vagno, militante socialista ucciso nel 1921 da alcuni squadristi fascisti. Nel discorso tenuto a Conversano in provincia di Bari, Napolitano ha ribadito che “urge coesione“, poiché l’Italia non può ripartire “in un clima di guerra politica”. “E’ indispensabile riavviare il dialogo tra campi politici contrapposti – ha aggiunto – e bisognerà cambiare molte cose nel modo di governare, di lavorare e di vivere di tutti noi”.

Redazione online