Profumo “bacchetta” i giovani senza idee, mentre la figlia lavora per Libeskind

Ministro Profumo

PROFUMO LAVORO GIOVANI – Così il Ministro dell’Istruzione Francesco Profumo in una intervista rilasciata a La Repubblica: “Il nostro ruolo è formare bravi cittadini del mondo che fra le altre cose siano capaci non di trovarsi un lavoro, ma di creare lavoro”. Posto fisso ai giovani, si domanda il Ministro Profumo? Macché…. Imparino a creare lavoro i giovani, questo è il diktat.

Ma chi glielo va a spiegare ora al figlio dell’ex operaio il cui padre si è trovato disoccupato  e non riesce neanche a pagargli la retta scolastica? O all’impiegato da 1200 euro al mese che non puo’ mandare la figlia a studiare all’Università come fuori sede (non tutti hanno la possibilità di laurearsi sotto casa e comunque le rette e i libri spesso costano comunque troppo per una famiglia)? I casi da sottoporre all’attenzione del suddetto Ministro sarebbero centinaia di migliaia…
Forse come un giovane si deve creare un posto di lavoro, se non direttamente il Ministro, glielo potrebbe spiegare sua figlia, Costanza Profumo. Laureata al Politecnico di Torino nel 2008, la primogenita di cotanto padre ha cominciato a “bazzicare” nel settore nel 2006, per lo Studio Giorgio Rosental. Nel 2008-2009 per l’OAB di Carlos Ferrater, nel 2009 per il “Willy Muller Architects” e, udite udite, dall’ottobre 2009 fa parte dello Studio Daniel Libeskind, con sedi a New York e in Italia a Milano. Quindi un anno dopo la laurea la “giovane” Costanza Profumo lavora per uno degli studi di architettura più famosi e importanti del mondo.
Daniel Libeskind, per chi non lo sapesse, è uno dei principali esponenti del Decostruttivismo, progettista del  City Edge di Berlino, quella che diventerà l’icona irrealizzata del Decostruttivismo appunto. Tra le sue Opere realizzate c’è il Museo ebraico di Berlino e quello di Copenaghen, l’Imperial War Museum North a Manchester, l’University Post Graduate Centre a Londra e il Monumento “Memoria e Luce”, in memoria delle Twin Towers, a Padova. Tra le opere in corso c’è il Progetto per l’ampliamento del Victoria & Albert Museum a Londra, il Museo ebraico a San Francisco, il Centro convegni Maurice Wohl dell’Università Bar-Ilan a Tel-Aviv, Israele e, l’ampliamento del Museo d’arte di Denver, USA.

Senza dimenticare che lo studio è impegnato nella ricostruzione di Ground Zero a New York e nel progetto della costruzione del Ponte sullo Stretto di Messina.
Beh, siamo sicuri che la signora/ina Costanza abbia trovato queste occasioni professionali, tra le più importanti al mondo nel suo settore di pertinenza, grazie unicamente al suo curriculum e alle sue capacità, e che far “Profumo” di cognome non abbia influito per nulla. In questo modo daremmo un segnale forte alle centinaia di migliaia di bamboccioni che non hanno voglia di far nulla, vogliono rimanere a casa della mamma, lavorare al massimo a  cento metri da casa e di cognome fanno semplicemente “Bianchi” o “Rossi”.

 

Direttore

Con direttanews.it sei sempre al centro delle notizie, clicca QUI e diventa fan