Storica decisione in Corea del Nord: sospensione dei test nucleari in cambio di aiuti alimentari

corea del nord
Kim Jong UN, Corea del Nord (AFP/Getty Images)

NORD COREA: STOP A NUCLEARE – Morto il “caro leader” Kim Jong-il, il figlio Kim Jong-un succedutogli alla guida della Corea del Nord sembra voler imprimere una decisa svolta alla politica del Paese. Ieri infatti è giunta a sorpresa la notizia, anticipata dal New York Times, di una sospensione da parte della Corea del Nord dei test nucleari, del lancio dei missili a lungo raggio e anche dell’arricchimento dell’uranio. Una decisione che Pyongyang ha accettato in cambio di e 240mila tonnellate di aiuti alimentari al Paese da parte degli Stati Uniti. Una decisione di portata storica, confermata poi nella giornata di ieri dal Dipartimento di Stato americano.

La Corea del Nord ha anche accettato di far tornare nel Paese agli ispettori dell’agenzia Internazionale per l’energia atomica (Aiea), che dovranno verificare la sospensione delle operazioni di arricchimento dell’uranio nel reattore di Yongbyon, come ha dichiarato la portavoce del Dipartimento di Stato americano, Victoria Nuland.

Il 23 e 24 febbraio a Pechino c’era stato il decisivo incontro tra l’inviato speciale americano per la Corea del Nord, Glyn Davies, e il vice ministro degli Esteri nordcoreano Kim Kye Gwan. Già dal metà 2011 erano in corso mediazioni e incontri diplomatici tra Stati Uniti e Nord Corea.

Gli Usa, tuttavia, non sono ancora completamente soddisfatti, poiché hanno definito la moratoria sul nucleare della Corea del Nord passo “importante, ma limitato”. Washington ha ancora “profonde preoccupazioni” e continuerà a vigilare, ha dichiarato il Segretario di Stato Hillary Clinton.

Redazione

Con direttanews.it sei sempre al centro delle notizie, clicca QUI e diventa

loading...