Scudetto Juventus, Antonio Conte: “Orgoglioso di aver portato il tricolore a Torino dopo sei anni”

La festa dei tifosi juventini allo stadio Nereo Rocco di Trieste (Getty Images)

 

 

TORINO – Ad attendere i giocatori campioni d’Italia all’aeroporto di Caselle c’erano oltre 3mila tifosi juventini. Un autentico delirio collettivo, un tripudio di fuochi d’artificio, cori e caroselli di auto per tutta la città: erano sei anni che il popolo juventino attendeva questo momento, dopo anni di fango, giustizia sportiva e ingiustizie. Una festa che neppure i calciatori si aspettavano. Ad attenderli c’era il pullman che doveva portarli in città, ma raggiungerlo è stata impresa ardua a causa della folla che osannava i beniamini e cercava un abbraccio, un saluto, un autografo. L’ultimo a fendere la folla alle 4.15 è Alessandro Del Piero. Il capitano è il più acclamato, gli viene chiesto di firmare ancora per la Juve, ma questo è il momento della festa. Del futuro si parlerà al termine del campionato.

“Alle 3.30 del mattino vedere tutta questa gente che ci aspetta è un’emozione indescrivibile – ha dichiarato Leonardo Bonucci -. I tifosi lo aspettavano da tanto tempo, abbiamo regalato loro un sogno, è lo scudetto di tutti. Per me questo scudetto ha un sapore doppio – dice all’Ansa il difensore della Juventus -, sono riuscito a conquistare quella parte di tifoseria che vedeva in me un acquisto sbagliato. Lo devo a Conte, ai compagni, alla società, che con il rinnovo mi ha dimostrato fiducia. Questa vittoria è la prova che siamo un gruppo forte”.

“È un’emozione grandissima, è tutto molto bello – ha detto Antonio Conte -, ci deve riempire di orgoglio e soddisfazione aver riportato lo scudetto a Torino dopo tanti anni.. Se ho sognato un finale del genere? Il sogno – ha proseguito il tecnico – era di lavorare e fare il massimo per questa società e per questi tifosi. È inevitabile dire che abbiamo ottenuto un risultato che ha dell’incredibile e dell’inimmaginabile”.

 

Ora non resta che attendere il 20 maggio per fare il bis: nella finale di Coppa Italia gli uomini di Conte dovranno passare contro il Napoli di Walter Mazzarri prima di poter sollevare un altro trofeo e chiudere al meglio la stagione 2011/2012.

 

 

Redazione

 

 

Con Direttanews.it sei sempre al centro delle notizie, clicca QUI e diventa fan