Napoli-Lazio, la sfida del cuore di Edy Reja: ”Legato ad entrambe, non tiferò per nessuna”

Edy Reja (getty images)

 

NAPOLI LAZIO REJA – Il match in programma domani sera al San Paolo per il turno infrasettimanale della Serie A tra Napoli e Lazio sarà la partita del cuore di Edy Reja, che è stato tecnico delle due squadre negli ultimi anni. Ecco le sue sensazioni alla vigilia della gara in un’intervista alla Gazzetta dello Sport: ”Sono state esperienze, belle, difficili e diverse, sono grato a chi mi ha dato la possibilità di viverle”. Le due compagini sono più o meno quelle allenate dal tecnico friulano in passato: ”Gli organici non si discostano molto. Il Napoli ha per 7-8 undicesimi giocatori che avevo anche io, mentre la Lazio è uguale alla mia. Faccio i complimenti a Petkovic per aver trovato la collocazione giusta a Ledesma più che a Hernanes”. A Napoli, però, non c’è più Lavezzi: ”Mi dispiace molto, per me era come un figlio. E’ unico come giocatore, anche se Pandev e Insigne non lo faranno rimpiangere”. Poi Reja parla ancora di qualche singolo: ”Klose? E’ il più grande Campione che ho mai allenato, giocatore e uomo fantastico. Hamsik ed Hernanes? Incidono entrambi nella stessa maniera sulla squadra, anche se giocano in ruoli diversi. Lo slovacco era un ragazzino quando arrivai a Napoli, il brasiliano un giocatore già affermato”. Infine, un pronostico: ”Sono legato ad entrambe le squadre, non potrei fare mai il tifo per l’una o per l’altra. Sarà una bella partita, magari il Napoli è favorito perchè gioca in casa, ma solo per quello”.

Redazione online