Governo Letta, in CdM misure su giovani e imprese

Consiglio dei Ministri del Governo Letta (Foto: Elisabetta Villa/Getty Images)

Si è concluso poco fa il Consiglio dei Ministri del governo guidato da Enrico Letta che dovrà licenziare il nuovo testo del decreto legge in materia di lavoro. Sono previsti, secondo indiscrezioni, incentivi alle imprese che assumono a tempo indeterminato incentivi fino a 650 euro mensili. Secondo quanto prevede la bozza diffusa in queste ore, inoltre, l’incentivo è rivolto ai giovani tra i 18 e i 29 anni, corrisponde al 33% della retribuzione mensile lorda complessiva, per un periodo di 18 mesi, “ed è corrisposto unicamente mediante conguaglio nelle denunce contributive mensili del periodo di riferimento, fatte salve le diverse regole vigenti per il versamento dei contributi in agricoltura”.

Questi i requisiti per l’accesso all’incentivo: essere privi di impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi ovvero essere privi di un diploma di scuola media superiore o professionale, oppure vivere soli con una o più persone a carico. Inoltre il bonus intende “promuovere forme di occupazione stabile di giovani” e “in attesa dell’adozione di ulteriori misure da realizzare anche attraverso il ricorso alle risorse della nuova programmazione comunitaria 2014-2020”. La corresponsione avverrà “per un periodo di 12 mesi ed entro i limiti di 650 euro mensili per lavoratore nel caso di trasformazione a tempo indeterminato”. Inoltre, la bozza prevede agevolazioni anche per i soggetti con più di 50 anni di età, disoccupati da oltre dodici mesi.

Redazione online

loading...