Costa Concordia. Ok a rigalleggiamento; il 21 il relitto via dal Giglio

La nave da crociera Costa Concordia davanti all'Isola del Giglio (FILIPPO MONTEFORTE/AFP/GettyImages)
La nave da crociera Costa Concordia davanti all’Isola del Giglio (FILIPPO MONTEFORTE/AFP/GettyImages)

Il relitto della nave da crociera Costa Concordia, ormai divenuto una macabra certezza nel panorama dell’isola del Giglio, lascerà presto le acque che hanno fatto da teatro al suo drammatico naufragio. A deciderlo, dando la propria approvazione alle operazioni cosiddette di rigalleggiamento che dovranno riuscire a trasportare il colossale natante verso il porto di Genova dove si provvederà alla sua demolizione, è stato l’Osservatorio di monitoraggio.

I lavori per l’ultimo viaggio della Concordia inizieranno lunedì prossimo e si prevede, meteo permettendo, che ciò che resta della nave lasci il Giglio entro una decina di giorni massimo dall’inizio dei lavori che dovranno riportare il relitto a galleggiare. La data indicativa nella quale, si, presume, inizierà lo spostamento è quella del 21 luglio prossimo.

“L’Osservatorio di monitoraggio ha ritenuta valida la documentazione integrativa presentata nei giorni scorsi da Costa Crociere per poter dare il via libera alle operazioni di rigalleggiamento della Concordia” ha riportato la Protezione Civile che ha presieduto, nella persona di Franco Gabrielli, la riunione in cui è stata presa la decisione con un comunicato diffuso alla stampa.

A coordinare le operazioni di trasporto sarà quindi Costa Crociere, la quale assicura che, se non dovessero esserci disguidi legati al maltempo, si partirà alle 6.00 di domani mattina.

 

Redazione online