Inter, assalto a Touré: il ds Ausilio incontra l’agente

Yaya Tourè (Getty Images)
Yaya Tourè (Getty Images)

L’Inter sta vivendo una stagione deludente. E’ lontana dal 3° posto valido per l’accesso al playoff della prossima Champions ma anche da un piazzamento che le consente di qualificarsi in Europa League, competizione della quale è stata malamente eliminata negli ottavi di finale dal Wolfsburg. L’avvento di Roberto Mancini in panchina al posto di Walter Mazzarri nel mese di novembre non ha sortito gli effetti positivi sperati nonostante una buona campagna acquisti nel mese di gennaio.

Però il club nerazzurro guarda al futuro con molto ottimismo e sta già progettando la squadra del prossimo anno assieme al proprio tecnico. In cantiere ci sarebbe un grande colpo, sia per rianimare l’entusiasmo una piazza desiderosa di tornare alle vittorie dell’immediato periodo post-Calciopoli e sia per aumentare ovviamente il livello di una squadra che ha bisogno di fare un salto di qualità importante. Mancini avrebbe da tempo espresso la volontà di avere con sé Yaya Touré, giocatore che ha già allenato ai tempi del Manchester City e che milita ancora nei citizens.

Si tratta di un’operazione complicatissima sia per il costo del cartellino che per quello dello stipendio. La valutazione dell’ivoriano supera i 20 milioni di euro, mentre l’ingaggio è da circa 11 milioni netti all’anno. Cifre monstre per una società come l’Inter, che però si sta comunque muovendo con l’intenzione di tentare di acquistare questo grande campione. Sportmediaset rivela, infatti, che il direttore sportivo Piero Ausilio il 18 marzo in occasione di Barcellona-Manchester City avrebbe incontrato Dimitri Seluk, agente di Tourè, per porre le basi di una trattativa e trovare quanto prima una bozza di accordo. A finanziare parte di questa operazione ci sarebbero i 60 milioni messi a disposizione da Erick Thohir. L’affare è di quelli semi-impossibili dato che il City considera il proprio giocatore una colonna della squadra, ma sappiamo che quando si tratta di calciomercato può succedere di tutto.

 

Matteo Bellan